Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

“Noi come prima” a Fabriano: 10 anni di attività e una nuova sede da condividere

Doppio traguardo per l’associazione che conta oltre 30 socie. Inaugurati gli ampi e attrezzati locali per accogliere, come avviene ormai da dieci anni, le donne che hanno subito un’operazione al seno

FABRIANO – Dieci anni di attività e una nuova sede da condividere. Doppio traguardo per l’associazione “Noi come prima” di Fabriano. È stata, infatti, inaugurata, in via Cesare Battisti 11, la nuova sede dell’Associazione: tre stanze, ampie accoglienti, luminose e attrezzate, per accogliere – come avviene ormai da dieci anni – le donne che hanno subito un’operazione al seno.

Oltre trenta socie, formatesi con un lungo tirocinio di preparazione presso l’Unità Operativa di Oncologia dell’ospedale Engles Profili di Fabriano, grazie ai medici e al personale ospedaliero. La loro attività, molto apprezzata, consiste anche nell’organizzazione di iniziative per raccogliere fondi destinati al mantenimento della sede, per organizzare corsi di yoga, ginnastica dolce e in piscina e per produrre con sempre migliori risultati manufatti, calendari e quanto altro possa essere proposto nei vari mercatini della città, il più grande quello di Natale.

Orgoglio, forza di volontà, fermezza le portano a continuare a gioire dei traguardi raggiunti e felici di dare a loro stesse, ma anche a tutte coloro che si avvicinano al “Noi Come Prima”, umano e sincero calore, non soltanto fisico, ma anche psicologico. «Oggi, ancora più di ieri, è sempre molto difficile ottenere anche piccoli finanziamenti dalle Istituzioni o altri soggetti privati. Invece – dichiarano, all’unisono, la presidente Patrizia Corradini, la vice Gianna Catufi, il tesoriere Liliana De Santis e il segretario Ornella Cardarelli – notiamo che dal tessuto sociale vi è apertura, sensibilità e grande disponibilità a sostenerci. Gli stessi sentimenti li riscontriamo nell’Unità Operativa Oncologica con cui collaboriamo in stretta sinergia da anni. La voglia di vivere felici, di trasmettere questo messaggio parte da noi dalle piccole cose, dall’amore delle persone che non ci sono più e da quelle che ti stanno piacevolmente accanto, cogliendo in ogni singola giornata il bello e il buono che la vita ancora ci regalerà».