Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Lutto nella Diocesi di Fabriano-Matelica, è morto Don Pietro Fedeli

Il sacerdote 90enne, per tanti anni parroco a Sassoferrato, si è spento nel sonno durante il suo ultimo breve soggiorno fra le montagne del Trentino. La camera ardente sarà allestita da mercoledì 31 luglio nella chiesa di San Francesco

SASSOFERRATO – Lutto nella Diocesi di Fabriano-Matelica. Mercoledì mattina (31 luglio) l’apertura della camera ardente nella chiesa di San Francesco dove giovedì saranno celebrati anche i funerali alle 10. Se ne è andato in silenzio come solo un sacerdote attento alle esigenze del prossimo sa fare. Don Pietro Fedeli, 90 anni, è deceduto nella notte fra domenica e lunedì mentre dormiva nel letto della stanza di albergo che lo stava ospitando per alcuni giorni di vacanza a Pozza di Fassa in Trentino.

«Buona passeggiata tra le tue montagne», il messaggio che i suoi fedeli della chiesa di San Pietro a Sassoferrato, rione Castelli, hanno voluto scrivere sui social network per annunciare la scomparsa del sacerdote. Appassionato di liturgia si è speso per mettere in pratica il rinnovamento liturgico secondo il Concilio Vaticano II. Ha servito la chiesa della Diocesi di Fabriano-Matelica per 66 lunghi anni come parroco a San Nicolò, quartiere Borgo della città della carta. Quindi, il servizio è proseguito a Sassoferrato, nella chiesa di San Pietro, rione castello della città sentinate. Amava stare all’aria aperta e fare lunghe passeggiate in montagna.

E proprio durante il suo ultimo breve soggiorno fra le montagne del Trentino, che amava profondamente, il suo decesso per cause naturali. I gestori dell’hotel dove alloggiava si erano preoccupati perché non l’avevano visto scendere per fare colazione. Poi, purtroppo, la triste scoperta. La notizia ha colto con profondo dispiacere tutta la città di Fabriano, di Sassoferrato e di Genga, suo paese natale. «Un sacerdote amato che conosceva a memoria tutte le poesie di Trilussa e amava passeggiare in montagna», il ricordo di don Tonino Lasconi, vicario generale della Diocesi di Fabriano-Matelica.

Da mercoledì 31 luglio, sarà allestita la camera ardente nella chiesa di San Francesco a Sassoferrato. Il giorno successivo, giovedì primo agosto alle 10, i funerali. Il feretro sarà tumulato nel cimitero Tre parrocchie di Genga.