Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Diocesi Fabriano-Matelica, il neo Amministratore apostolico: «Chiedo la preghiera e la collaborazione di tutti voi»

Monsignor Francesco Massara, con un messaggio si rivolge ai Sacerdoti, Religiose, Religiosi che dovrebbe incontrare per la prima volta nella giornata di domani, 29 luglio e ai fedeli ai quali assicura vicinanza e attenzione

Papa Francesco e il vescovo Massara
Papa Francesco e il vescovo Massara (foto d'archivio)

FABRIANO – Accorpamento o semplice aiuto al Segretario della Cei, visti i suoi molteplici impegni, e quindi nomina di un suo successore con mantenimento della Diocesi? È questo l’interrogativo che serpeggia a Fabriano dopo la decisione di Papa Francesco di nominare l’arcivescovo di Camerino-San Severino Marche, mons. Francesco Massara, nuovo Amministratore apostolico della diocesi di Fabriano-Matelica. In sostituzione di mons. Stefano Russo che, dopo essersi dimesso da Vescovo e acquisita la funzione di Amministratore apostolico, non è riuscito a conciliare – neppure in questo secondo caso – i suoi impegni in qualità di Segretario generale della Conferenza Episcopale Italiana.

Nella nota con la quale dalla Città del Vaticano si è ufficializzata questa situazione vi è una frase chiave che sta alimentando l’interrogativo soprascritto. «Le due Diocesi, seppure sotto la guida di un unico vescovo, continueranno a portare avanti in modo separato le reciproche amministrazioni, in vista anche di una diversa conformazione territoriale, che porterà a una revisione dei confini». Che vuol dire? Le ipotesi in campo sembrano essere due: si rimane comunque in attesa della nomina di un nuovo vescovo per Fabriano-Matelica o si procederà, più avanti, all’unificazione delle Diocesi nell’ambito di una revisione dei confini delle varie Diocesi presenti nelle Marche. O forse esiste anche una terza ipotesi con una sorta di spacchettamento della Diocesi Fabriano-Matelica, ma comunque una sua soppressione. Occorrerà attendere i prossimi mesi e capire quale delle tre possibilità si concretizzerà.

Nel frattempo, il nuovo Amministratore apostolico, mons. Francesco Massara, ha voluto inviare un messaggio. Nella prima parte rivolto ai Sacerdoti, Religiose, Religiosi, che dovrebbe incontrare per la prima volta nella giornata di domani. «Ringrazio mons. Stefano Russo, che ha guidato come pastore una Chiesa locale ricca di fede e di storia. A voi, chiedo la pazienza e la bontà di darmi il tempo per imparare a gestire questo nuovo impegno ministeriale, assicurandovi che non muterà la mia sollecitudine verso questa Chiesa locale».

Nella seconda parte, rivolto ai fedeli. «Vengo a voi con gioia anche se non con poche preoccupazioni. La responsabilità a me affidata esattamente a un anno dalla mia nomina episcopale è talmente alta e impegnativa che, per non venir meno ai miei doveri di padre e pastore, occorrerà trovare nuovi ritmi di vita, ma soprattutto tempi e modi per essere vicino a tutti e ciascuno con premurosa attenzione e ascolto fecondo, in modo da poter essere, fin quando il Signore vorrà, pastore secondo il suo cuore. Per svolgere serenamente e nel miglior modo possibile questo mio nuovo compito, chiedo la preghiera e la collaborazione di tutti voi, mentre invoco la benevola intercessione della Beata Vergine Maria, di San Giovanni Battista, dei Santi Venanzio e Severino».