Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano, un mattarello sotto il sedile: denunciato

Intensa attività di controllo del territorio da parte dei carabinieri della Compagnia cittadina

I carabinieri di Fabriano

FABRIANO – Una denuncia per porto abusivo di armi e oggetti atti a offendere. Una segnalazione per consumo di sostanze stupefacenti. Sono questi due dei risultati più significativi ottenuti dai carabinieri della Compagnia di Fabriano, diretti dal capitano Mirco Marcucci, a seguito di un’intensa attività di controllo del territorio posta in essere negli ultimi giorni.

Gli obiettivi principali dell’operazione sono stati il controllo del rispetto della normativa anti-Covid, l’attività di prevenzione e di contrasto alla micro-criminalità a 360 gradi, la prevenzione dei reati contro il patrimonio, con particolare riguardo ai furti in abitazione, nonché allo spaccio di sostanze stupefacenti e l’abuso di alcol alla guida. Oltre ai numerosi posti di controllo negli snodi viari più importanti di Fabriano, le pattuglie hanno eseguito perlustrazioni nel centro cittadino e nelle numerose frazioni cittadine.

Nella nottata appena trascorsa, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile del N.O.R. della Compagnia di Fabriano hanno intercettato un furgone in transito in viale Serafini ben oltre l’inizio dell’orario del coprifuoco notturno. Sono riusciti a far fermare il veicolo nei pressi della stazione ferroviaria. Alla guida vi era un fabrianese di 40 anni. Durante le procedure di identificazione, l’uomo ha mostrato segni inequivocabili di nervosismo. Un particolare che ha indotto i militari ad approfondire il controllo, procedendo a una perquisizione personale e dello stesso furgone. Occultato sotto il sedile anteriore destro, i carabinieri hanno rinvenuto un mattarello in legno della lunghezza di 81 centimetri. Oggetto sequestrato e 40enne denunciato per porto abusivo di armi e oggetti atti a offendere. In più, l’uomo è stato anche sanzionato due volte: perché il furgone era sprovvisto di copertura assicurativa, mezzo dunque sequestrato, e anche per aver violato il coprifuoco.

Nell’ambito degli stessi controlli, una volante dei carabinieri ha notato, poco prima delle 22, un’automobile di grossa cilindrata parcheggiata in una via senza uscita di Fabriano. Ad attirare l’attenzione dei militari, la presenza all’interno del veicolo di quattro persone, tutte 30enni. Un carabiniere ha notato un gesto fulminio fatto da uno degli occupanti il veicolo. È stato gettato dal finestrino un oggetto. Si trattava di una “canna” con all’interno tabacco e marijuana. A precisa domanda, si è fatta avanti una persona dei quattro che si è assunto la paternità della sigaretta artigianale. Per questo motivo, il 30enne è stato segnalato quale assuntore di sostanze stupefacenti. Nessuna segnalazione, invece, per gli altri tre fabrianesi.