Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano, maltempo e poca manutenzione: danni al cimitero di Santa Maria

Temporaneamente inagibile una sezione del cimitero. Si tratta del reparto numero 8, al momento transennato, dove saranno effettuati lavori di sistemazione e ripristino

Cimitero di Fabriano
Cimitero di Fabriano

FABRIANO – Temporaneamente inagibile una sezione del cimitero di Santa Maria a Fabriano. Si tratta del reparto numero 8, transennato, e oggetto di lavori urgenti già nei prossimi giorni.
Il maltempo di questo inizio giugno, con una manutenzione non sempre puntuale, ha provocato lo sfondellamento con conseguente caduta di intonaco e parte delle pignatte del primo solaio che costituisce il piano di calpestio dei loculi posti al piano superiore. Sono stati gli stessi cittadini a segnalare quanto stava accadendo.

Successivamente è stato effettuato un sopralluogo da parte degli operatori dell’ufficio tecnico che hanno accertato come dal balcone che si affaccia sul vano superiore abbiano iniziato a cedere alcuni tratti in cemento con diversi mattoni scrostati a vista. Tutto ciò potrebbe determinare ulteriori distacchi, ovviamente non preventivabili. Non si possono quindi escludere dei rischi a carico di persone che si recano a commemorare i propri defunti. Dunque, un rischio per la pubblica incolumità.
Da qui la decisione da parte del primo cittadino di Fabriano Gabriele Santarelli di firmare un’apposita ordinanza per una temporanea inagibilità.

Il reparto numero 8 è stato transennato coinvolgendo diverse centinaia di loculi non più raggiungibili. Naturalmente l’ordinanza rimarrà in vigore fino a quando non saranno effettuati i lavori necessari in questa area del cimitero di Santa Maria. Lavori di sistemazione e ripristino per consentirne nuovamente la fruibilità a tutti coloro che vogliono andare a commemorare i propri cari defunti.

Gli agenti della polizia municipale di Fabriano, agli ordini del comandante Cataldo Strippoli, sono tenuti a far rispettare l’ordinanza firmata dal sindaco. Mentre ai tecnici comunali, in particolare dell’ufficio tecnico, spetterà il compito di verificare che i lavori necessari siano portati a termine, per poter fare in modo che il primo cittadino fabrianese possa revocare l’ordinanza temporanea di inagibilità.