Lavori alla sede delle Poste centrali di Fabriano: chiuso per una settimana

Poste Italiane pianifica lavori di ristrutturazione nella sede centrale di piazza G.B. Miliani. Si riapre il 26 agosto. I fabrianesi potranno utilizzare le altre due sedi cittadine in via Martiri della Libertà e in via Dante. In quest'ultima, sarà trasferita tutta la corrispondenza in giacenza dell’ufficio centrale chiuso

Ufficio postale centrale a Fabriano

FABRIANO – Poste Italiane pianifica lavori di ristrutturazione nella sede centrale di piazza G.B. Miliani. Per una settimana, dipendenti in ferie e utenti che possono usufruire delle altre due sedi cittadine. I disagi, quindi, sono ridotti al minimo, anche se non mancano le lamentele

Importanti lavori di ristrutturazione, giustamente calendarizzati in agosto, quando cioè a Fabriano, scende ulteriormente la popolazione residente per via delle ferie, sono partiti da ieri, 19 agosto, la sede centrale di piazza Miliani, centro storico cittadino. Un intervento abbastanza impattante e tale, quindi, da rendere incompatibile l’apertura al pubblico. L’ufficio riaprirà lunedì 26 agosto, primo giorno di ripresa lavorativa delle grandi aziende e, quindi, con una Fabriano a ranghi completi dopo le ferie agostane.

I disagi per l’utenza dovrebbero essere, dunque, ridotti al minimo. Anche perché la chiusura della sede centrale delle Poste è stata ampiamente annunciata con appositi cartelli informativi. E, soprattutto, perché in città vi sono altre due sedi. La prima, in via Martiri della Libertà, che nel periodo estivo osserva un orario di apertura dalle 8.20 alle 13:35, da lunedì a sabato. E la sede di via Dante, dove tra l’altro sarà trasferita tutta la corrispondenza in giacenza dell’ufficio centrale chiuso per una settimana, che sarà aperto dalle 8.20 alle 19.05 da lunedì a venerdì, e dalle 8 alle 12.30 il sabato.

Anche lo sportello bancomat dell’ufficio centrale di piazza Miliani a Fabriano è momentaneamente fuori servizio e tornerà fruibile anch’esso dal 26 agosto. Nelle restanti due sedi, comunque, vi sono i bancomat. Anzi, in via Martiri della Libertà è stato recentemente sostituito con un modello innovativo sia in termini di tecnologia che, soprattutto, di sicurezza.