Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

La tratta ferroviaria Fabriano-Civitanova Marche per cinque giorni si percorre in autobus e non in treno

Da domani, 27 agosto e fino al 31 agosto compreso, saranno effettuati alcuni interventi di potenziamento, nello specifico realizzazione di sottovia per bypassare passaggi a livello. Si potrebbero verificare ritardi

La stazione ferroviaria di Fabriano
La stazione ferroviaria di Fabriano

FABRIANO – Cinque giorni sui pullman invece che sui treni per percorrere la tratta Fabriano – Civitanova Marche. Ad annunciarlo Rete ferroviaria italiana che effettuerà, in questo lasso di tempo, alcuni interventi di potenziamento, nello specifico realizzazione di sottovia per bypassare passaggi a livello. Si potrebbero verificare alcuni ritardi.

Rete ferroviaria italiana ha deciso di calendarizzare alcuni interventi di potenziamento infrastrutturale in concomitanza con la ripresa lavorativa, privilegiando quindi i vacanzieri rispetto ai pendolari. Da domani, 27 agosto e fino a fine mese, 31 agosto compreso, Rfi ha annunciato che lungo la linea Fabriano – Civitanova Marche sono previsti interventi di potenziamento infrastrutturale tra le stazioni di Macerata e Albacina di Fabriano, dunque la direttrice Ancona – Roma.

«Per consentire ai tecnici di Rete Ferroviaria Italiana di effettuare le attività, in programma da lunedì 27 a venerdì 31 agosto, sarà necessario sospendere la circolazione ferroviaria tra le stazioni di Fabriano e Macerata e tutti i treni saranno sostituiti con autobus. I bus partiranno dai piazzali antistanti le stazioni e il loro orario di arrivo/partenza potrà variare in base alle condizioni del traffico stradale». Dunque, non si escludono dei possibili ritardi causati dal percorrere la tratta su asfalto e non sui binari.

Nello specifico gli interventi riguarderanno la realizzazione di sottovia che permetteranno l’eliminazione di due passaggi a livello, posti nei comuni di Pollenza e di San Severino Marche. «Il nuovo programma orario dei collegamenti previsti durante l’effettuazione dei lavori è interamente consultabile su www.trenitalia.com. Digitando stazione di partenza, arrivo e data del viaggio, è possibile verificare in automatico la soluzione di viaggio alternativa».

Domani è fissato il tradizionale riavvio produttivo dopo la pausa agostana e Rete ferroviaria italiana ha deciso di penalizzare i pendolari con possibili ritardi dovuti a questo cambio di mezzo. Una scelta ben precisa, quella di privilegiare invece i vacanzieri che magari hanno utilizzato il treno per raggiungere la costa.