Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

La Janus Fabriano si presenta: «Giocheremo con cuore e passione»

Oggi pomeriggio - sabato 23- c'è stato il "vernissage" in piazza della neopromossa squadra che parteciperà al campionato di serie B. Il saluto del sindaco Santarelli e dell'assessore allo sport. Il presidente Di Salvo: «Daremo il massimo»

La Janus Fabriano 2017/18: foto di rito di fronte alla Fontana Sturinalto

FABRIANO – La Piazza del Comune di Fabriano e il simbolo della città, la Fontana Sturinalto, hanno fatto da sfondo alla presentazione della Janus Fabriano Basket, che si appresta ad iniziare da neopromossa il campionato 2017/18 di serie B, al via domenica 1 ottobre.

“Basket in Piazza”, è stato chiamato il pomeriggio di oggi – sabato – aperto alle 16.30 dai ragazzi della Basket School Fabriano e dello Sterlino Fabriano, che hanno gremito il centro cittadino giocando a basket con i canestri trasportati per l’occasione in questa insolita sede.

Poi, alle 18, il “vernissage” della prima squadra. Aperto dal sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli. «Da sempre, a Fabriano, il basket è stato anche e soprattutto un modo per socializzare – ha detto il primo cittadino. – Ho giocato diversi anni a pallacanestro, con risultati non buoni, e del vecchio Fabriano Basket sono stato un grande tifoso: ebbene, le tante persone che vedo qui stasera le ho conosciute grazie al basket. So che molti giovani stanno tornando a riempire i campetti e noto con soddisfazione che in tanti si stanno riavvicinando a questo sport».

A seguire, l’intervento dell’assessore allo sport, Francesco Scaloni. «Per il basket fabrianese, secondo me, questo è un anno zero – ha esordito Scaloni. – Da quando mi sono trasferito qui, ho capito una cosa: che la città era diventata orfana della sua squadra di pallacanestro, che per tanti anni ha giocato in serie A. Ora, con la Janus tornata nel terzo campionato nazionale, si ripresenta la ghiotta opportunità di rivedere la città su palcoscenici importanti, un’occasione da non lasciarsi sfuggire. Come ho detto in altre occasioni, i giocatori della prima squadra hanno anche un’altra responsabilità: quella di essere da traino e da esempio per i tanti ragazzi del settore giovanile».

Dopodiché, uno ad uno, l’addetto stampa della società – Lorenzo Ciappelloni – ha presentato i dirigenti, tutto lo staff e i giocatori, accolti dall’entusiasmo di molti bambini.

«Grazie – ha esordito il presidente della Janus Fabriano, Mario Di Salvo – a tutti quegli sponsor, aziende e attività commerciali che hanno scelto di stare al nostro fianco, consentendoci di partecipare al campionato di serie B conquistato sul parquet di Montecatini lo scorso giugno».

«E’ stata un’estate impegnativa – gli ha fatto eco il general manager Paolo Fantini. – Abbiamo cercato di fare del nostro meglio per allestire una buona squadra, che sia all’altezza di un campionato come la serie B, una ribalta senza dubbio consona alla tradizione del basket fabrianese. Giocheremo con il cuore e con la passione».

E a proposito di squadra, proprio oggi è stata data l’ufficialità di un altro innesto, un rinforzo per il reparto esterni, l’italo argentino Gonzalo Beltran, classe 1992, che si è aggregato alla squadra questa settimana.

Non si è parlato di obiettivi in senso stretto, ma – certo – essendo la prima esperienza della società Janus in serie B, mantenere la categoria sarebbe già un bel successo.

Il capitano Michele Bugionovo ha concluso il pomeriggio rivolgendo ai presenti «l’invito di venirci a vedere domenica 1 ottobre, prima di campionato, al PalaGuerrieri contro la Virtus Civitanova».

Alcune immagini dell’iniziativa