Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Sorrisi e integrazione fra i profughi ucraini, l’iniziativa della Cna ha colto nel segno

Il gruppo ospitato nel comprensorio fabrianese ha trascorso una giornata all’insegna della conoscenza delle bellezze marchigiane provando, per qualche ora, a dimenticare le atrocità

I profughi ucraini coinvolti dalla Cna

FABRIANO – Missione compiuta. L’iniziativa promossa dalla Cna di Fabriano ha colto nel segno. Il gruppo di profughi ucraini ospitati nel comprensorio fabrianese hanno trascorso una giornata all’insegna della conoscenza delle bellezze marchigiane provando, per qualche ora, a dimenticare le atrocità subite dall’inizio del conflitto russo-ucraino. «La CNA ha realizzato una iniziativa meravigliosa coinvolgendo alcune famiglie ucraine ospitate nel nostro territorio per portarle alla scoperta delle nostre bellezze. Una giornata all’insegna della spensieratezza e della piena integrazione. Ho portato i saluti della città insieme all’Assessore Fiorucci ringraziando la CNA per questa idea e testimoniando a tutti la massima vicinanza e disponibilità dell’Amministrazione in caso di qualsiasi necessità. Mi sono anche reso disponibile a organizzare una visita al Museo della Carta e, perché no, escursione su uno dei nostri bellissimi sentieri con una guida d’eccezione, io», le parole del sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli.

La giornata

Gli ospiti hanno avuto la possibilità di visitare i borghi storici di Sassoferrato, Fabriano, Cerreto D’Esi e Serra San Quirico, con un immancabile tour anche all’interno delle Grotte di Frasassi. In ognuna delle cinque tappe previste nel ricco programma, i rispettivi Sindaci hanno avuto il piacere di accogliere queste persone, in gran parte mamme con i loro bambini al seguito, portando loro tutto il sostegno e il conforto delle proprie comunità. Questa iniziativa, realizzata grazie alla disponibilità di alcuni imprenditori locali che hanno offerto gratuitamente i servizi delle proprie aziende in segno di grande solidarietà, ha rappresentato un’importante occasione di svago e spensieratezza per chi fino a ieri ha vissuto sulla propria pelle le atrocità della guerra, permettendo inoltre ai nostri ospiti di conoscere le innumerevoli ricchezze storiche, artistiche e paesaggistiche del territorio che li ha accolti. «È stato veramente difficile riuscire a mangiare mentre abbiamo ascoltato dal vivo le loro incredibili e terribili storie, a queste meravigliose persone va tutto il supporto della nostra associazione. Grazie alla sensibilità di tanti nostri imprenditori, posso dire con certezza che anche nel prossimo futuro continueremo a lavorare su altre iniziative in loro favore», il commento del presidente della CNA di Fabriano Maurizio Romagnoli. «Sono enormemente orgoglioso che la grande sensibilità sul tema dei nostri imprenditori si sia potuta trasformare in un sostegno concreto fatto di sorrisi e occhi pieni di felicità e stupore. Personalmente vorrei ringraziare anche Hanna Ilto, una signora ucraina da tanti anni residente a Cerreto D’Esi il cui impegno e supporto sono stati assolutamente decisivi per poter realizzare questa splendida giornata», ha concluso il Segretario della CNA di Fabriano Marco Silvi.