Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Il Club Scherma Fabriano impegnato su più fronti

Nel fine settimana scorso, il diciassettenne Marco Diociaiuti ha partecipato a Ravenna alla prima prova nazionale Giovani nella specialità della spada. Domenica, invece, sarà la volta dei più piccoli che, a Jesi, scenderanno in pedana per i loro primi assalti con fioretto e spada

Il fabrianese Marco Diociaiuti impegnato nel fine settimana scorso a Ravenna

FABRIANO – Si infittiscono gli appuntamenti per il Club Scherma Fabriano, sodalizio giovane ma già in rampa di lancio.

Nel fine settimana scorso (24-26 novembre), il diciassettenne Marco Diociaiuti, ad appena due mesi dal debutto stagionale avvenuto a Jesi, ha partecipato al Pala De André di Ravenna ad uno degli eventi giovanili di scherma più importanti della stagione: la prima prova nazionale Giovani. Madrina della manifestazione è stata Valentina Vezzali, pluricampionessa mondiale e olimpica. Il portacolori del Club Scherma Fabriano ha gareggiato nella Spada maschile, seguito con attenzione dal maestro Michele Zanella. Un girone di ferro, per Diociaiuti, che comunque ha avuto occasione di fare una bellissima esperienza, misurandosi con giovani provenienti dalle scuole più prestigiose d’Italia. Un ottimo banco di prova per la sua crescita personale.

Ed è già ora di guardare avanti. Infatti il 3 dicembre al Palascherma Magini di Jesi debutteranno le giovani promesse del Club Scherma Fabriano. Dopo tanta attesa, sarà il momento di Margherita Ascani (10 anni, ma già una buona esperienza) che scenderà in pedana fra le prime lame. Mentre Trombetti Maria Vittoria (6 anni), Filipponi Ida e Stroppa Maria Linda (7 anni), Francesca Mita e Conti Manuel (10 anni), Marasco Daniele (9 anni) e Carloni Ludovica (12 anni) si cimenteranno nel fioretto di plastica: i maestri valuteranno se, continuando con la passione attuale, potranno a breve provare l’emozione delle prime lame. Già è facile prevedere tanta emozione in quei visini d’atleta che sanno di futuro: per loro, esserci vuol dire già aver vinto un po’. Avranno il compito di dimostrare le capacità acquisite la scorsa stagione e perfezionate quest’anno.