Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Genga, riprendere l’iter per il riconoscimento Unesco delle Grotte di Frasassi

Il capogruppo regionale FdI, Carlo Ciccioli, annuncia la volontà di riavviare l'iter perché il complesso ipogeo gengarino sia riconosciuto Patrimonio Mondiale Culturale e Naturale Unesco. Il plauso del sindaco Filipponi

Grotte di Frasassi

GENGA – Grotte di Frasassi di Genga Patrimonio Mondiale Culturale e Naturale dell’Unesco, si riprenda l’iter dopo la mozione del 2017. Lo ha annunciato il capogruppo di Fratelli d’Italia al consiglio regionale delle Marche, Carlo Ciccioli. «Ben venga l’iniziativa, siamo pronti a supportare la Regione Marche per arrivare a questo riconoscimento. Un plauso a questa iniziativa, non potrei che essere d’accordo», il primo commento del sindaco di Genga, Marco Filipponi.

L’iter per il riconoscimento delle Grotte di Frasassi dall’Unesco

Carlo Ciccioli

Nel settembre 2017 su iniziativa dell’allora consigliere regionale, Enzo Giancarli, il consiglio regionale approvò all’unanimità una mozione per avviare l’iter per la candidatura delle Grotte di Frasassi di Genga per l’iscrizione nella lista del Patrimonio Mondiale Culturale e Naturale dell’Unesco. Da allora, però, non se ne seppe più nulla. «Una delle poche intuizioni giuste portate avanti nella scorsa legislatura e sostenuta da tutto il centrodestra, si è inspiegabilmente arenata. Mi sto attivando per riprendere in mano anche questo dossier e portare avanti l’iter necessario», assicura oggi, il capogruppo di FdI in consiglio regionale, Carlo Ciccioli.

«In occasione del 50° anniversario della scoperta del meraviglioso complesso ipogeo gengarino, con una parte delle celebrazioni svoltisi anche in Consiglio regionale, tutta la classe politica è stata sollecitata su questo argomento. Ho deciso di attivarmi immediatamente. Voglio capire cosa sia successo dall’approvazione, all’unanimità, della mozione votata nel settembre del 2017. Purtroppo, come spesso è accaduto con chi ci ha preceduti al governo delle Marche, ci si è fermati alla politica degli annunci e poco altro. Per noi, invece, conta il “fare” e, soprattutto, il “fare bene”. Una volta controllato cosa sia stato fatto in merito successivamente all’approvazione dell’atto, si verificherà il necessario per ottenere l’obiettivo nel minor tempo possibile. È impensabile, infatti, che le Grotte di Frasassi ancora non siano state inserite in questo particolare elenco dell’Unesco. Sarebbe opportuno spingere proprio in quest’anno, visto che ricorre l’importante anniversario, e magari raggiungere questo traguardo – conclude il capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale, Carlo Ciccioli – per dare maggiore lustro turistico alle Grotte di Frasassi di Genga, che continuano a registrare record su record in termini di presenze e nonostante la pandemia in atto, e a tutta la Regione Marche».