Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Forza Italia di Fabriano lancia la campagna di ascolto per i delusi dal Movimento 5 Stelle

Il direttivo del partito azzurro presenta le proprie strategie per l'immediato futuro e non mancano le frecciate rivolte all'amministrazione comunale pentastellata, sindaco Gabriele Santarelli in testa

Il Direttivo di Forza Italia

FABRIANO – «Ascoltiamo tutti coloro che non trovano collaborazione con il Movimento 5 Stelle». Il guanto di sfida è lanciato. Forza Italia a Fabriano intende caratterizzarsi come una forza politica in grado di intercettare i «delusi dai pentastellati».

Le parole d’ordine del centrodestra a livello nazionale vengono declinate anche a livello locale. «Lavoro e sicurezza, rappresentano i pilastri della nostra attività politica a Fabriano», dichiarano i componenti del direttivo cittadino, Lucia Caporali, il consigliere comunale Olindo Stroppa e Andrea Rossi, referente per i giovani del partito azzurro.

«Siamo soddisfatti del risultato ottenuto, visto che abbiamo superato l’8 per cento con un ulteriore incremento alla Camera rispetto che al Senato. La nostra coalizione – ha evidenziato la coordinatrice, Lucia Caporali. –ha superato il 30% a Fabriano ed è l’unica possibile alternativa al Movimento 5 Stelle. Spetta a noi, lavorare duramente in questi quattro anni per poter conquistare Palazzo Chiavelli».

Molto caustico nei confronti delle prime mosse del sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli, è il consigliere Olindo Stroppa. «In pratica, si ascoltano fra di loro, escludendo molti. Invece che dimostrarsi rivoluzionari i pentastellati stanno solamente aumentando le tariffe, parcheggi compresi, senza ascoltare nessuno. E i fabrianesi diventano sempre più poveri con la popolazione residente in diminuzione».

Forza Italia non vede una visione politica del M5S sul tema del lavoro. «Aumentano quelli che non lavorano e nessuno parla più del commercio che è una fonte di occupazione importante a Fabriano. Servono misure urgenti per venire incontro alle esigenze della popolazione. È fondamentale lavorare per far inserire Fabriano nell’area di crisi complessa in modo tale da poter portare, nel distretto in ginocchio, nuova linfa».

Dopo le critiche, la road map di Forza Italia. «Calendarizzeremo una serie di attività articolate in due fasi: incontri con le attività produttive, commerciali, sportive e sociali operanti nel territorio e che non trovano ascolto nell’attuale Amministrazione comunale». La seconda fase, «sarà tradurre il tutto in progetti da portare all’attenzione della cittadinanza e del Consiglio comunale».

Si cercherà, infine, di coordinarsi con il comprensorio, «creando un comitato territoriale del partito per avviare contatti con Sassoferrato, Cerreto D’Esi e Genga. E poi, largo ai giovani con Andrea Rossi, il nostro referente, che ci concentrerà sull’ascolto delle nuove generazioni per comprendere le loro esigenze e i loro problemi».