Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Focus sul futuro di Fabriano: presidio dei lavoratori di Indelfab ed Elica

Presenti al summit sul lavoro la viceministra dello Sviluppo economico Alessandra Todde e la sottosegretaria al ministero del Lavoro, Rossella Accoto, che stanno seguendo il dossier Elica e che incontreranno i lavoratori prima di partecipare alla tavola rotonda

Una veduta di Fabriano|
Una veduta di Fabriano

FABRIANO – È tutto pronto per il Focus sul lavoro “Il futuro di Fabriano e dell’area montana” organizzato dal Comune e in calendario per domani, 18 giugno alle 16 a Palazzo del Podestà a Fabriano. Governo, Regione Marche, Università e parti sociali al tavolo per discutere di come rilanciare il lavoro e la produzione a Fabriano.

Alle 14:30, i lavoratori Elica e Indelfab effettueranno un presidio in piazza del Comune. Presenti la viceministra dello Sviluppo economico Alessandra Todde e la sottosegretaria al ministero del Lavoro, Rossella Accoto, che stanno seguendo il dossier Elica e che incontreranno i lavoratori prima di partecipare alla tavola rotonda.

Gli ospiti dell’incontro di Fabriano

Accanto alle esponenti del Governo, saranno a Fabriano anche esponenti della Giunta regionale e del Consiglio regionale delle Marche, per capire come coordinare i possibili interventi: parteciperanno infatti l’assessore al Lavoro Stefano Aguzzi e l’assessore al Bilancio con delega alle Aree di crisi Guido Castelli. Dal Consiglio, oltre a Simona Lupini (Movimento 5 Stelle), che ha promosso l’iniziativa accolta dal Comune, anche Chiara Biondi (Lega), Maurizio Mangialardi (Partito Democratico) e Andrea Putzu (Fratelli d’Italia), presidente della II Commissione (Sviluppo Economico). Saranno altresì presenti anche i parlamentari del territorio Sergio Romagnoli (M5S, Senato della Repubblica) e Patrizia Terzoni (M5S, Camera dei Deputati).

I propositi del summit sul lavoro

«Al centro della discussione, le analisi di esperti di tecnologie, modelli di business e prospettive industriali: saranno infatti della partita l’Università Politecnica delle Marche e il Competecen Center Artes 4.0, con il professor Sauro Longhi; l’Università di Perugia, con il professor Franco Cotana; l’Università di Camerino, con il professor Massimo Sargolini. Parteciperanno anche Meccano, il Centro di Trasferimento Tecnologico da sempre punto d’ingresso per le imprese fabrianesi nel mondo della tecnologia, e la Fondazione Aristide Merloni, che oltre a un grande know how sulla struttura economica marchigiana è anche impegnata in Hamu, il progetto tra Abruzzo, Marche e Umbria per agganciare le opportunità del Recovery Plan», anticipano dal comune di Fabriano.

A portare le esigenze concrete di lavoratori e imprese, le segreterie regionali di Cgil, Cisl, Uil, Confartigianato, Confcommercio e Cna, Confindustria e il presidente della Camera di Commercio delle Marche Gino Sabatini. I lavori della Tavola Rotonda, introdotti dal sindaco di Fabriano Gabriele Santarelli e dall’assessora al Lavoro e Attività Produttive, Barbara Pagnoncelli, saranno disponibili in streaming sul canale Youtube del Comune di Fabriano.