Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano Film Fest, la Fidapa ha premiato la miglior regista della nona edizione

Alla regista Manuela Ponzano il premio per la migliore regia femminile della nona edizione del festival con il suo corto “Una nuova Prospettiva”

Fabriano film fest

FABRIANO – Alla regista Manuela Ponzano il premio per la migliore regia femminile della nona edizione di Fabriano Film Fest. Con il suo corto Una nuova Prospettiva ha ricevuto da Mirella Battistoni, presidente Fidapa Fabriano, l’importante riconoscimento nella giornata di ieri, 10 luglio. L’attenzione ora si sposta sul prossimo fine settimana per la conclusione di questa fortunata manifestazione.

La premiazione del Fabriano Film Fest

Mirella Battistoni presidente Fidapa durante la premiazione

In una splendida cornice di pubblico si è, dunque, chiusa la prima parte della nona edizione di Fabriano Film Fest che ha evidenziato la sintonia tra la mission di Fidapa e il tema del primo weekend del Festival, dedicato alla “Donna e al suo magico universo”. «Lo scopo dell’associazione (Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari) è, infatti, quello di promuovere la leadership femminile attraverso iniziative che favoriscano lo sviluppo delle competenze in tutti i settori professionali, compreso quello artistico. Non meno importante è, inoltre, l’attività di sensibilizzazione per contrastare ogni discriminazione di genere», evidenzia la presidente, Mirella Battistoni.

Il festival prosegue

Le socie Fidapa sono state parte attiva della manifestazione, nel ruolo di giuria per la valutazione del miglior film a regia femminile. «La visione in anteprima dei 15 cortometraggi in gara è stata un’esperienza bellissima in quanto tutti di elevatissimo livello. È incredibile come i “corti” siano in grado, in pochi minuti, di trasmettere contenuti ed emozioni in modo completo ed intenso. La capacità di sintesi rende il cortometraggio una espressione artistica veramente in linea con i tempi del mondo moderno. I film visionati sono molto diversi tra di loro, forse anche perché espressione di culture diverse dei diversi paesi di provenienza.  Molti sono assolutamente geniali nel contenuto, ponendo importanti questioni sociali, alcuni sono dei veri capolavori anche sotto l’aspetto cinematografico. Una scelta, dunque, molto difficile, ma che ci ha gratificati nella scelta finale. Tutti i “corti” in gara avrebbero meritato di essere premiati», conclude la Battistoni.

Oggi il festival si fermerà per lasciare il posto alla finale degli Europei di calcio, ma ripartirà mercoledì 14 tutti i giorni fino a sabato 17 luglio, con la proiezione di altri 34 cortometraggi suddivisi nelle quattro serate, con inizio sempre intorno alle 21:15 e, al termine, la proclamazione del vincitore assoluto. L’attore Massimiliano Pazzaglia affiancherà Valentina Tomada nella presentazione.