Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Festa al Liceo Scientifico di Fabriano per la consegna dei diplomi

A fare gli onori di casa il dirigente scolastico reggente Dennis Luigi Censi, preside effettivo al Liceo Classico Stelluti, che ha accolto gli studenti nell’Aula magna dell’istituto superiore cittadino

|
Francesco Mezzanotte Dennis Luigi Censi e Adriana Verdini |Marco Ottaviani

FABRIANO – Giornata di consegna di diplomi al Liceo Scientifico Volterra di Fabriano relativi all’anno scolastico 2018/2019, XIV edizione. A fare gli onori di casa il dirigente scolastico reggente Dennis Luigi Censi, preside effettivo al Liceo Classico Stelluti, che ha accolto gli studenti nell’Aula magna dell’istituto superiore cittadino. Prima di procedere alla consegna, presente anche l’ex dirigente scolastica dello Scientifico, Adriana Verdini, e il futuro dirigente che prenderà servizio a partire dal primo gennaio prossimo, Francesco Mezzanotte, il saluto degli ospiti presenti.

A partire da Esmeralda Merloni che ha sostenuto e finanziato il progetto, tramite Ariston Thermo Group, Cambridge Assessment International Education . «Complimenti ai ragazzi per il loro impegno e per aver seguito un percorso per una maggiore conoscenza della lingua inglese con questo progetto didattico aggiuntivo».

«È fondamentale conoscere sempre più le lingue e anche la cultura di altri Paesi. Gli studenti hanno dimostrato, in questo tempo aggiuntivo di permanenza a scuola, di voler imparare e portare a termine un compito. La perseveranza nello studio è fondamentale e, aver completato questo triennio di studi, acquisendo il diploma, è stato un gran bel traguardo raggiunto e che gli potrà consentire di intraprendere un percorso di studi universitario anche all’estero. Un progetto, sicuramente, da continuare», ha evidenziato l’ex dirigente Adriana Verdini.

L’assessore di Fabriano, Cristiano Pascucci, portando i saluti del sindaco, Gabriele Santarelli, ha evidenziato come questa giornata «rappresenti un punto di partenza sul quale basarsi per proseguire nel proprio percorso di studi». Il presidente della Fondazione Carifac, Marco Ottaviani, ha ricordato l’impegno rivolto ai giovani. «Tanti i progetti in essere, alcuni già strutturati e che stanno portando a un innalzamento culturale delle nostre nuove generazioni. Come a esempio, la certificazione Ket che ha consentito, in questi primi tre anni, agli studenti delle scuole Medie di conseguire la certificazione di 1° livello. Si è passati dal 24% del primo anno, al 62% dello scorso anno scolastico. Noi stiamo investendo molto sui giovani, tanti sono i progetti tesi a rendere attrattivo il nostro territorio e fare in modo che, dopo aver completato il vostro percorso di studi, i nostri giovani possano ritornare a Fabriano. Non deludeteci».

Marco Ottaviani, Dennis Luigi Censi e Adriana Verdini

Si è, dunque, passati alla consegna dei diplomi, 45 studenti che hanno completato questo triennio di studi con ottimo profitto. A concludere la mattina, il dirigente scolastico Dennis Luigi Censi. «Sono molto lieto di concludere la mia reggenza di preside del Volterra con questa giornata e con la notizia dell’ottima affermazione degli studenti nel progetto di educazione finanziaria “Conoscere la Borsa” sostenuto e finanziato da due anni dalla Fondazione Carifac. Due team parteciperanno alle finali nazionali in programma a Cuneo, in Piemonte, nel prossimo mese di aprile. The Great of Wall Street si è classificato al primo posto in Italia per gli investimenti sul Valore di Sostenibilità, composto da studenti della sede distaccata di Sassoferrato. E Stonks 0304 che si è classificato al 1° posto fra i team appartenenti all’ambito di competenza della Fondazione e al 12° posto nella graduatoria nazionale per gli investimenti sul Valore di Deposito, composto da studenti della sede di Fabriano. I nostri studenti hanno acquisito, in questi tre mesi, una serie di competenze nuove e diverse, che non afferiscono specificatamente al percorso di studi che stanno frequentando. Ciò testimonia che, con impegno e dedizione, è possibile completare un percorso formativo in diversi ambiti», ha concluso Censi che è anche consigliere della Fondazione Carifac, prima di consegnare i diplomi a circa 80 studenti.