Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano: è tornato a casa il ragazzo che si era perso a Collepaganello

È stato dimesso dall’ospedale Engles Profili, il 25enne padovano che ha perso il senso dell’orientamento mentre si trovava a fare una passeggiata insieme alla sua famiglia. A raccoglierlo, una task force di soccorsi

Mobilitati Carabinieri e Vigili del Fuoco

FABRIANO – È stato dimesso dall’ospedale Engles Profili di Fabriano dopo poche ore il 25enne padovano che ha perso il senso dell’orientamento mentre si trovava a fare una passeggiata insieme alla sua famiglia a Collepaganello. Il giovane si era allontanato vagando per i Monticelli intorno alle 16:30 di ieri, domenica 5 gennaio. A dare l’allarme i familiari. A raccoglierlo, una task force di soccorsi che in meno di tre ore sono riusciti a rintracciarlo. Disorientato, infreddolito, ma nel complesso in buono stato di salute.

Una famiglia residente a Padova, composta dai genitori e da due fratelli, aveva deciso di trascorrere il pomeriggio domenicale della loro breve permanenza a Fabriano, sono giunti in città per trascorre il periodo delle festività natalizie insieme a parenti e amici, facendo una passeggiata in uno dei luoghi simbolo della città Monticelli, località Collepaganello. Il 25enne, che soffre di un disagio psichico, all’improvviso, è sfuggito al controllo del resto della famiglia, allontanandosi.

Il padre, la madre e il fratello, hanno provato a rintracciarlo, ma non ci sono riusciti. Hanno, quindi, lanciato l’allarme. Sul posto, si sono precipitati una squadra dei vigili del fuoco, con tanto di unità cinofila, oltre a carabinieri e agenti della Polizia municipale di Fabriano. Una ricerca che è andata avanti per circa tre ore.

A preoccupare erano soprattutto le basse temperature che da alcuni giorni si registrano a Fabriano non appena tramonta il sole. Il 25enne è stato ritrovato poco distante dal luogo del suo allontanamento. Era in apparente buono stato di salute, ma certamente disorientato e infreddolito. Per questo motivo è stato trasportato al Pronto soccorso di Fabriano per alcuni accertamenti.

Una brevissima permanenza al nosocomio fabrianese, il tempo per verificare e accertare che il quadro clinico fosse nella norma. Quindi, la dimissione e il ritorno nella sua famiglia che si è molto agitata per quanto accaduto.