Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano, con una mano paga la corsa del taxi e con l’altra deruba il tassista

Gli agenti del commissariato di Pubblica sicurezza hanno denunciato un 25enne per furto aggravato e lo hanno multato per violazione dei dpcm

La Polizia di Fabriano

FABRIANO – Chiama il taxi per farsi accompagnare a Perugia e poi rientrare a Fabriano. Una volta ritornato in città paga la corsa, ma riesce anche a derubare il tassista. Un bottino di circa 500 euro. Quindi si barrica in casa. Denunciato a piede libero per furto aggravato un 25enne fabrianese già noto alle forze dell’ordine. Il ragazzo è stato anche multato per aver violato la normativa anti-Covid relativa agli spostamenti fra le Regioni, 400 euro il valore della sanzione.

Nei giorni scorsi, gli agenti del Commissariato di Pubblica sicurezza di Fabriano in servizio di controllo del territorio, sono intervenuti a seguito di una chiamata effettuata al 113 da parte di un tassista di Fabriano. L’uomo ha raccontato di essere stato derubato.

In pratica, il tassista era stato contattato da un giovane. La richiesta era stata di essere accompagnato a Perugia e poi di rientrare a Fabriano. Il tassista, ovviamente, ha risposto affermativamente, pensando che il ragazzo avesse un giustificato motivo per potersi spostare fra le Regioni, pur in presenza del blocco per via dell’attuale normativa in vigore che, fra le altre cose, vieta lo spostamento da una Regione all’altra se non in presenza di un giustificato motivo: stato di necessità, lavoro o salute.

Una volta rientrati a Fabriano, il giovane – un 25enne, M. M., già noto alle forze di polizia e negli ambienti della tossicodipendenza – ha pagato la corsa, ma contemporaneamente è riuscito a derubare il tassista, senza che questi se ne accorgesse in un primo momento. Gli sono stati sottratti contanti per circa 500 euro. Accortosi di quanto accaduto, l’uomo ha provato a farsi restituire la somma, ma il 25enne si è subito rintanato in casa.

Contattata la Polizia, gli agenti sono prontamente intervenuti. Sono entrati in casa ed hanno sottoposto il giovane a una perquisizione, trovando la somma di denaro rubata e restituendola al legittimo proprietario. Il 25enne è stato, quindi, denunciato a piede libero furto aggravato e sanzionato per violazione della normativa anti-Covid.