Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano, solo il sindaco autorizzato a celebrare il 25 aprile

Per via dell'emergenza Coronavirus, solo il primo cittadino potrà essere libero di commemorare il Giorno della Liberazione. Nel pomeriggio, presentazione via streaming del libro di Federico Uncini dedicato alla liberazione della città

Sindaco Santarelli al cippo commemorativo dedicato a Engles Profili

FABRIANO – Il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli, a nome di tutta la città celebrerà il 25 aprile, giorno della Liberazione, da solo per via dell’emergenza pandemica legata al Covid-19. Si pensava si potesse effettuare una diretta streaming con la partecipazione di qualche rappresentante della sezione cittadina dell’Anpi, ma purtroppo non potrà essere così, come disposizioni prefettizie. Altra iniziativa legata all’alto significato di questo giorno è stata organizzata dall’associazione Fabriano storica via streaming.

Questa la comunicazione diffusa dall’amministrazione comunale di Fabriano: «Come da comunicazione della presidenza del Consiglio dei Ministri,  quest’anno le celebrazioni del 25 aprile da parte delle istituzioni locali, in ragione dei provvedimenti restrittivi legati all’emergenza sanitaria per la diffusione del Coronavirus Covid-19, dovranno prevedere la presenza della sola autorità deponente quindi del sindaco, escludendo non solo qualsiasi forma di assembramento della popolazione, ma anche evitando il coinvolgimento di altre autorità o formazioni militari».

Per questa ragione, già il 22 aprile scorso, il primo cittadino era da solo mentre ha deposto una corona presso il monumento che si trova alle porte della frazione di Cancelli, dove venne ucciso nel 1944 all’età di soli 39 anni, Engles Profili, uomo, marito, padre, medico, partigiano, medaglia d’oro al merito Civile, a cui è titolato l’ospedale cittadino. «Medico di elevate qualità umane civili e politiche subì l’arresto ed il confino per le sue idee e azioni antifasciste. Organizzò e diresse un gruppo partigiano di resistenza armata, ma, prelevato da un manipolo di repubblichini di Salò, venne brutalmente torturato e barbaramente trucidato, sacrificando la vita ai più alti ideali di democrazia, di libertà e di giustizia». Con queste parole gli venne conferita la medaglia d’oro al merito Civile.

Medico chirurgico specializzato nelle malattie polmonari, Engles Profili prestò assistenza gratuita alle famiglie povere. Tutto questo proprio oggi ha un sapore particolare. «Engles Profili sarebbe orgoglioso del lavoro svolto dagli operatori sanitari che stanno dando lustro all’ospedale che porta il suo nome – le parole del sindaco Santarelli -. Mi ha molto colpito la dichiarazione fatta da suo figlio, Vincenzo Profili, che a inizio anno, di fronte al continuo depauperamento della nostra struttura sanitaria, disse di essere pronto a chiedere che l’ospedale fosse privato del nome di suo padre. Per fortuna la capacità, la professionalità e l’amore di chi opera al Profili sono più forti della cecità politica. Oggi più che mai il ricordo di Engles è per tutti noi motivo di orgoglio e assume un forte valore identitario per una comunità chiamata a rinsaldarsi intorno ai valori della solidarietà e del sostegno reciproco».

Per la giornata del 25 aprile, il programma prevede alle 11 la deposizione delle corone ai monumenti al Partigiano e quello ai Caduti della Grande Guerra all’interno dei giardini Margherita, per poi dirigersi verso tutti i luoghi commemorativi del territorio fabrianese. «Alcuni giorni fa è ricorso l’anniversario della morte del nostro grande Angelo Falzetti, partigiano di Fabriano, ed è anche a lui che vogliamo dedicare questa giornata», aggiunge il presidente della sezione cittadina dell’Anpi, Giacomo Scortichini.

La copertina del libro di Federico Uncini

Tornando al programma delle iniziative, il 25 aprile alle 17, sarà presentato il nuovo libro di Federico Uncini: I giorni della Libertà. Fabriano 1943-44. Il testo raccoglie in modo organico i fatti e gli avvenimenti che a partire dal settembre 1943 condussero alla liberazione della città di Fabriano dal nazifascismo. Una cronistoria completa di date, luoghi, nomi e immagini. Interverranno il presidente dell’Anpi Fabriano Giacomo Scortichini e il presidente di LabStoria Terenzio Baldoni. La presentazione avverrà in diretta Youtube, Facebook e Instagram nelle pagine social di Fabriano Storica. Il volume rimarrà gratuitamente a disposizione di studenti, ricercatori, interessati scaricabile in formato pdf nel sito www.fabrianostorica.it.