Riprende il progetto Alzheimer SerenaMente a Fabriano

Il servizio viene espletato presso la struttura per anziani Vittorio Emanuele II a Santa Caterina, sostenuto dall'ASP Fabriano con il suo direttore Giampaolo Ballelli ed il Sovrano Militare Ordine di Malta della Delegazione Marche Nord

I responsabili del progetto SerenaMente a Fabriano

FABRIANO – Riprende il progetto Alzheimer SerenaMente a Fabriano presso la struttura per anziani la Casa di riposo per Anziani Vittorio Emanuele II a Santa Caterina, sostenuto dall’ASP Fabriano con il suo direttore Giampaolo Ballelli ed il Sovrano Militare Ordine di Malta della Delegazione Marche Nord.

Il servizio consiste nell’offrire a persone anziane o portatrici del morbo d’Alzheimer un’attività psicomotoria di due giorni a settimana, martedì e giovedì dalle 15 alle 17. Gli assistiti, se lo desiderano, possono essere prelevati da casa e ivi riaccompagnati con un servizio del tutto gratuito. Inoltre, ogni giovedì dalle 12 alle 13 è aperto uno sportello telefonico (0732 3475) per famigliari di persone affette dal morbo d’Alzheimer, i quali potranno richiedere informazioni e sostegno per una corretta e migliore gestione di questa patologia senile.

I servizi saranno gestiti gratuitamente da personale tecnico competente e da volontari e giovani volontari dell’Ordine di Malta, i quali mettendo in pratica il motto dello stesso ordine, difendono la fede cattolica e sostengono le necessità dei più bisognosi. «Da quasi 1000 anni l’Ordine di Malta con i suoi cavalieri e le sue dame è il più antico e autorevole Ordine Religioso Cavalleresco, sempre attento alle richieste della Chiesa e alle necessità dei poveri e degli ultimi.

È un onore per la città di Fabriano accogliere questi volontari e lasciarsi accompagnare nell’aiuto a chi necessità di sostegno spirituale e materiale. Da circa tre anni a Fabriano si è creato un gruppo di Giovani Aiutanti disponibili a gestire tutti questi servizi di volontariato coordinati da don Andrea Simone Cappellano Capo dello stesso Ordine nelle Marche», fanno sapere gli organizzatori.