Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano, a scuola e in Comune il riscaldamento non funziona: il Pd attacca la giunta

Il consigliere Andrea Giombi attacca l'Amministrazione a guida Movimento 5 Stelle. Pronta replica da parte del sindaco Santarelli che ricorda tutti gli interventi

Una veduta di Fabriano|
Una veduta di Fabriano

FABRIANO – Botta e risposta fra Andrea Giombi, consigliere del Pd di Fabriano, e il sindaco Gabriele Santarelli, su ulteriori disfunzioni legate alle caldaie in una scuola e nella sede comunale. «Si segnalano dei problemi legati all’impianto di riscaldamento presente nella scuola materna Ciampicali oltre che negli uffici del Comune di Fabriano. Mi auguro che non ci sia bisogno di presentare una ennesima interpellanza in consiglio comunale e che la giunta riesca ad intervenire prontamente per risolvere il disagio descritto. Se l’amministrazione Santarelli non riesce neanche a garantire l’ordinaria amministrazione, a cosa serve?», l’affondo di Giombi.

La replica del sindaco Santarelli

«Ieri mattina – 13 gennaio – mi è giunta la segnalazione di un genitore per problemi all’impianto di riscaldamento della materna Ciampicali. L’ufficio tecnico, dopo avergli girato la segnalazione, mi ha informato che i problemi alla caldaia della materna Ciampicali che provocavano dei blocchi, sono stati risolti durante il periodo della sospensione natalizia in quanto l’intervento necessario richiedeva l’interruzione del funzionamento dell’impianto», la prima replica del sindaco di Fabriano, Santarelli.

Per gli uffici comunali, dove si sta verificando un altro problema, «abbiamo avuto un incontro con i responsabili che hanno eseguito delle misurazioni della negli ambienti di lavoro nella sede comunale rilevando una temperatura all’interno dell’intervallo previsto per il benessere sul posto di lavoro, ma si sta cercando una soluzione in quanto la sostituzione delle caldaie, sono 12 a servizio della sede, non è prevista nel contratto di project con il gestore che invece deve garantire la manutenzione ordinaria e straordinaria che ormai non sono più sufficienti.

Nel frattempo siamo intervenuti anche alla scuola Aldo Moro e nella casa di riposo di San Biagio in entrambi i casi con la sostituzione delle caldaie non più funzionanti o comunque arrivate a fine vita. Per riepilogare negli ultimi 3 mesi abbiamo eseguito la sostituzione delle caldaie negli spogliatoi dell’antistadio, alla casa di riposo e alla scuola Aldo Moro, ripristinato il funzionamento della caldaia della biblioteca, aggiustato quella del Ciampicali e quella a servizio dell’Oratorio della Carità. Per queste ultime è necessario prevedere comunque la sostituzione prima della prossima stagione invernale. Ci sono poi altri problemi minori che coinvolgono ad esempio l’impianto a servizio della cucina dell’Allegretto», conclude il Primo cittadino di Fabriano.