Anche Fabriano al Salone del Libro

Il giornalista e scrittore Alessandro Moscè e Carifac’Arte saranno presenti all'interno dello stand della Regione Marche durante la manifestazione in programma dal 9 al 13 maggio prossimi a Torino

Il salone del libro di Torino (foto dal sito istituzionale)

FABRIANO – Il giornalista e scrittore di Fabriano, Alessandro Moscè e Carifac’Arte saranno presenti al Salone del libro di Torino che, quest’anno, per la 32esima edizione in programma dal 9 al 13 maggio, ospiterà le Marche. La Regione avrà un proprio stand per ospitare convegni, dibattiti e incontri.

«Cercheremo di dare un taglio unitario e contemporaneo alla presenza della nostra regione a Torino: dall’ideazione dello spazio espositivo alla costruzione del programma delle iniziative dove vorremmo coinvolgere i maggiori autori marchigiani, immaginando un gioco di squadra», afferma Daniele Salvi della presidenza del Consiglio regionale. Tra le penne marchigiane ci sarà spazio per l’urbinate Umberto Piersanti, autore di romanzi e poesie. Parteciperanno anche scrittori come Angelo Ferracuti, il fabrianese Alessandro Moscè che presenterà il romanzo “Gli ultimi giorni di Anita Ekberg” edito da Melville, Silvia Ballestra e Adrian Bravi. Verrà ricordato per i suoi rapporti con gli artisti e gli incisori marchigiani lo scrittore Leonardo Sciascia, di cui ricorrono i trent’anni dalla morte.

Ma lo scrittore e giornalista di Fabriano non sarà l’unico esponente cittadino. Infatti, anche Carifac’Arte, società strumentale della Fondazione Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana sarà presente al Salone nel segno della continuità della produzione della carta dal 1200 ai giorni nostri. Il mastro cartaio Sandro Tiberi accompagnerà i presenti in un’esperienza unica e irripetibile con dimostrazioni live. Carifac’Arte, ricordiamo, ha promosso una Scuola Internazionale dei Mestieri d’Arte di Fabriano nella struttura delle Conce, nel segno dell’innovazione e della tradizione.