Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano, rissa di Ferragosto: identificate e denunciate dai carabinieri 4 persone

Si tratta di ventenni residenti in città. Ecco poi numeri dei controlli anticovid da parte delle forze dell'ordine: 401 persone, 106 locali, senza riscontrare irregolarità

Carabinieri di Fabriano

FABRIANO – I carabinieri della Stazione di Fabriano hanno individuato e denunciato, dopo lunghe e complesse indagini, quattro giovani, tutti residenti in città, che, l’estate scorsa, a Ferragosto, al parco Regina Margherita, provocarono una rissa al termine della quale, due 25enni originari del Pakistan e residenti a Fabriano, furono costretti a ricorrere alle cure del Pronto Soccorso. I due aggrediti furono subito soccorsi, ma degli autori di quel fatto si persero subito le tracce. I carabinieri, dopo lunghe e particolari indagini, sentendo anche molte persone del posto, sono riusciti a identificare gli autori di quel fatto. Sono 4 residenti a Fabriano, due nati in città e due in Marocco, di 20 anni. Sono stati denunciati per lesioni personali aggravate e minacce.

Inoltre, i carabinieri del nucleo Radiomobile della Compagnia di Fabriano, agli ordini del capitano Mirco Marcucci, hanno denunciato per guida in stato di ebbrezza un automobilista che è andato fuori strada lungo la SS 76, all’altezza di Genga. Il giovane ha perso il controllo del mezzo. Illeso, ha atteso l’arrivo dei soccorsi. I carabinieri hanno proceduto con l’esame dell’etilometro. L’alcol test ha dato un valore superiore a 1 grammo su litro, oltre il doppio di quanto consentito. Il giovane, un 25enne, nato in Marocco e residente nel capoluogo regionale, diretto in Umbria, è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza. Disposto anche il ritiro della patente e il sequestro dell’auto.

Controlli anti-Covid

Infine, nell’ambito dei servizi volti a verificare il rispetto delle norme anticovid, disposti dal Questore di Ancona, Cesare Capocasa, su indicazione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, coordinati dal Commissario Moira Pallucchi, con il personale dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia locale, nella settimana dal 17 al 23 gennaio, sono state controllate 401 persone, 106 locali, compresi palestre e centri sportivi, senza riscontrare irregolarità, segno che la cittadinanza ha sviluppato sempre più una consapevolezza al rispetto della tutela della salute pubblica e al rispetto delle norme.