Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Ricostruzione post-sisma: un incontro organizzato da Forza Italia

A fronte a 600 ordinanze di inagibilità, ad oggi solo 17 famiglie son rientrate nelle proprie abitazioni. Per la categoria E, la più grave, ancora nessun cantiere aperto. Questi gli argomenti che verranno discussi nell’assemblea voluta da Forza Italia a Fabriano

Il palazzo in via Serraloggia tornato agibile

FABRIANO – «A fronte a 600 ordinanze di inagibilità, delle quali 200 di categoria grave E, 400 di categoria B-C, ad oggi dopo due anni e cinque mesi dall’evento, solo 17 famiglie son rientrate nelle proprie abitazioni. Nessun cantiere della categoria E è iniziato, sono aperti soltanto 50 cantieri delle altre categorie. Questi sono gli argomenti che verranno discussi nell’incontro che organizziamo oggi, 15 febbraio, presso la sala Ubaldi in via Cappuccini a Fabriano».

Questo l’incipit della nota di presentazione dell’appuntamento di questa sera organizzato da Forza Italia sullo stato della ricostruzione post-sisma a Fabriano, comune inserito all’interno del cosiddetto cratere sismico.

«Gli abitanti danneggiati dal sisma si sentono dimenticati e abbandonati, con questo incontro attraverso i nostri rappresentanti politici ci faremo portavoce verso la Regione Marche e verso il governo nazionale, delle difficoltà che stanno vivendo i cittadini. Fabriano fa parte della zona del cratere sismico. Anche se il numero degli interessati dal sisma della nostra città sia politicamente poco appetibile, questo non significa che il problema debba essere sottovalutato».

Alla crisi economica che sta vivendo da oltre dieci anni Fabriano e il suo comprensorio, «si aggiunge il danno del terremoto che rischia di far scomparire intere comunità, soprattutto quelle più piccole che rappresentano le origini e la cultura della nostra Regione e dovrebbero diventare il volano dello sviluppo turistico dell’entroterra. Iniziare i lavori della ricostruzione significa far ripartire l’economia della zona in grave difficoltà e potrebbe rappresentare l’inizio della ripresa.

Affronteremo anche l’argomento del C.A.S. (contributo autonoma sistemazione) che spesso subisce ritardi nell’erogazione. Parteciperanno all’incontro il senatore Andrea Cangini, il commissario regionale F.I. Marcello Fiori che ha operato come tecnico della protezione civile a fianco di Guido Bertolaso all’emergenza del terremoto dell’Aquila, e il commissario provinciale F.I. Daniele Silvetti. Vista l’importanza degli argomenti trattati, che interessano non solo le persone colpite dal terremoto ma l’intera comunità, invito tutti i cittadini a partecipare», si conclude la nota a firma del capogruppo azzurro di Fabriano, Olindo Stroppa.