Fabriano: prima i ricercatori da tutto il mondo, poi il press tour in Carifac’Arte

Settimana di visite nella scuola internazionale degli antichi mestieri nata in città su spinta della Fondazione Carifac. «Ci confermiamo come una delle bellezze da non perdere per chi visita la città della carta», spiega l’ente. Tra gli ospiti i ricercatori dell’International School of Organometallic Chemistry di Camerino

I dottorandi/Ricercati

FABRIANO – Settimana di visite in Carifac’Arte, la scuola internazionale degli antichi mestieri nata a Fabriano su spinta della Fondazione Carifac. Nel giro di pochi giorni, i mastri cartari hanno accompagnato nell’affascinante mondo della carta, i giornalisti del press tour e i ricercatori/dottorandi dell’International School of Organometallic Chemistry di Camerino (Isoc). Commenti entusiasti, al termine delle visite. Soddisfatti in Carifac’Arte, «perché ci confermiamo come una delle bellezze da non perdere per chi visita Fabriano».

I primi ad arrivare al complesso Le Conce, sono stati i settantadue ricercatori e dottorandi provenienti da tutto il mondo che hanno partecipato alla 12° edizione dell’Isoc, guidati dal rettore dell’Università di Camerino, Claudio Pettinari, giunti a Fabriano su invito della Fondazione per Carifac per conoscerne le bellezze.

Particolare interesse per Carifac’Arte, dove hanno apprezzato la dimostrazione del Mastro Sandro Tiberi sul processo di creazione della carta filigranata mostrando particolare attenzione per il Corso per Operatore della lavorazione della carta e Filigranista organizzato da Carifac’Arte in collaborazione con l’ateneo camerte, la Regione e l’Istituto Tecnico Industriale Merloni.

Il Rettore Unicam, Claudio Pettinari, consegna i diplomi

L’International School of Organometallic Chemistry di Camerino, è oggi riconosciuta come la più importante scuola di chimica organomettalica europea e gode del patrocinio della EuCheMS – Associazione europea per la chimica e le scienze molecolari – e del Gruppo Interdivisional di Chimica Organometallica della Società Italiana di Chimica. Obiettivo, quello di facilitare e generare lo scambio di informazioni e conoscenze scientifiche, dallo sviluppo di soluzioni energetiche sostenibili alla sintesi di terapie efficaci, sino alla produzione di nuovi materiali che vanno dai polimeri ai nanomateriali. Un incontro fra innovazione e tradizione che ha visto la sua sintesi nei diplomi nominativi realizzati da Carifac’Arte su carta a mano filigranata per tutti i partecipanti all’evento.

Domenica scorsa, poi, è stata la volta del gruppo di giornalisti di varie testate nazionali che, su impulso del Parco naturale regionale Gola della Rossa e di Frasassi, in collaborazione con il team di Tipicità e Aleste Tour, sono stati accompagnati – rimanendone letteralmente estasiati – in un giro nel mondo della carta a mano e della filigrana che ha toccato il deposito attrezzato della Fondazione Fedrigoni Fabriano, il museo della Carta e della Filigrana e la scuola degli antichi mestieri di Carifac’Arte.

Il press tour