Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano: prova a colpire i carabinieri e sfonda con i calci il tergilunotto dell’auto di servizio, arrestato 18enne

Gli agenti del commissariato cittadino hanno denunciato un 40enne per violazione di domicilio. Si era introdotto all'interno di un cantiere edile

Carabinieri e Polizia di Fabriano

FABRIANO – Un arresto e una denuncia. Questi gli esiti dei controlli degli ultimi giorni messi in atto dai carabinieri della Compagnia di Fabriano, diretti dal capitano Mirco Marcucci, e dagli agenti del commissariato di Pubblica sicurezza cittadino, coordinati dal commissario Moira Pallucchi.

L’arresto

L’arresto, effettuato in modo congiunto, si è verificato nella notte tra sabato e domenica scorsi (13 e 14 novembre). Protagonista un 18enne accusato di violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento veicolo militare. I Carabinieri sono intervenuti, su richiesta, presso un locale del centro storico di Fabriano. Il giovane stava arrecando disturbo alla clientela. I militari, giunti sul posto, hanno chiesto i documenti al ragazzo il quale, come risposta, ha dato in escandescenza avventandosi contro i carabinieri con l’intento di colpirli e proferendo nei loro riguardi frasi ingiuriose e minacciose. Non senza difficoltà, il 18enne è stato bloccato e messo in messa in sicurezza all’interno di una vettura di servizio. Una volta a bordo, però, il giovane ha iniziato a sferrare ripetuti calci arrivando a sfondare il vetro posteriore dell’auto dei carabinieri per cercare di scappare, ma prontamente bloccato.

Nel frattempo, sono giunti sul posto anche gli agenti di polizia che hanno preso in carico l’arrestato, facendolo salire sulla volante in direzione del comando Compagnia dei carabinieri di Fabriano per la formalizzazione dell’arresto. Questa mattina, 15 novembre, presso il tribunale di Ancona, l’Autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto. Il 18enne dovrà rispondere dei reati di violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento veicolo militare nella prima udienza fissata per il prossimo mese di febbraio. «Questa storia – dichiara Ruggero Benvenuto – è assai più complessa e merita un approfondimento istruttorio completo. Abbiamo prodotto un video. Avremo una lunga lista dei testimoni», le parole del legale del 18enne. L’arresto è stato convalidato, il giovane rimesso in libertà.

La denuncia

Il secondo episodio, invece, ha portato alla denuncia di un 40enne di Fabriano per violazione di domicilio. Quest’ultimo si era intrufolato all’interno di un cantiere edile in via Romagnoli. Per sua sfortuna, però, la luce della torcia che stava utilizzando, è stata notata da una volante della Polizia. Gli agenti sono riusciti a intercettarlo, nonostante avesse provato a darsi alla fuga, al primo piano dell’edificio oggetto della manutenzione. Al momento, non sembra manchi nulla all’interno del cantiere. Per questo motivo, il 40enne è stato denunciato per violazione di domicilio.