Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano e le politiche ambientali, il meeting in città

Hanno partecipato dodici Comuni marchigiani e sei Comuni istriani, impegnati ad aumentare la propria resilienza ai cambiamenti climatici, attraverso un processo di adattamento e facilitando il passaggio ad un’economia a basse emissioni di carbonio

Un momento del meeting di Fabriano

FABRIANO – Buon successo a Fabriano per il meeting  del progetto europeo Life Sec Adapt (http://www.lifesecadapt.eu/it/), cui hanno partecipato dodici Comuni marchigiani e sei Comuni istriani, impegnati ad aumentare la propria resilienza ai cambiamenti climatici, attraverso un processo di adattamento e facilitando il passaggio ad un’economia a basse emissioni di carbonio. L’incontro si è svolto in due giorni all’interno dei locali della biblioteca civica Romualdo Sassi. Grazie alla partecipazione a LIFE SEC Adapt, i Comuni coinvolti nel progetto intendono promuovere e aggiornare il modello della “Comunità Energetica Sostenibile” (SEC), rendendo le comunità locali i driver per lo sviluppo del territorio.

Il meeting ha visto la partecipazione di Ludovico Susani della società Neemo, incaricata del monitoraggio dei risultati del progetto e del Project Officer Bernd Decker dell’Easme, agenzia della Commissione Europea che gestisce l’intero programma Life. Il sindaco del Comune di Fabriano, Gabriele Santarelli, ha introdotto i lavori illustrando gli obiettivi della propria amministrazione sul tema della sostenibilità energetica e dell’adattamento ai cambiamenti climatici ed evidenziando la necessità di allineare queste strategie, di ampio respiro, con le attività ordinarie di pianificazione e regolamentazione locale.

Nel corso del meeting sono stati analizzati i risultati raggiunti dai partner di progetto, focalizzando l’attenzione sull’analisi delle variazioni climatiche in atto, sull’identificazione e mappatura delle principali vulnerabilità del territorio e sulle opzioni di adattamento scelte dai Comuni. Il Comune di Fabriano, per l’occasione, ha fatto realizzare un’infiorata sul tema del cambiamento climatico,  opera d’arte costruita su un pannello di dodici metri quadrati, realizzata con petali di fiori dall’associazione degli Infioratori e visitabile fino all’11 dicembre prossimo presso il chiostro minore del museo della Carta e della Filigrana.

L’infiorata artistica foto