Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano ospiterà gli Europei di atletica per down?

La proposta è stata lanciata da David Alessandroni, presidente della locale polisportiva disabili “Mirasole”, e da Marco Borzacchini, presidente nazionale della Federazione disabili intellettivi e relazionali. Intanto l'11 e 12 marzo ci sono in città i Campionati Italiani di nuoto per disabili Fisdir

La conferenza in Comune per la presentazione del Campionato Italiano di nuoto in vasca corta riservato ad atleti con disabilità intellettiva e relazionale

FABRIANO – «La città di Fabriano sta dimostrando di essere sempre più un luogo che sa accogliere gli eventi sportivi per disabili: nel nostro elenco è tra le migliori location in Italia».

È con questa premessa di Marco Borzacchini, presidente nazionale Fisdir (atleti con disabilità intellettiva e relazionale), che si aprono le porte per una idea che potrebbe essere molto interessante: ospitare a Fabriano i prossimi “Campionati Europei di atletica leggera per atleti con sindrome di down”. Un evento al quale verrebbero abbinate anche le competizioni di tennistavolo, judo e altri sport – sempre riservate ad atleti down – per un coinvolgimento totale stimabile intorno ai 400 atleti, più gli accompagnatori.

«La comunità di Fabriano è da sempre attenta a quelle che sono le diversità nel mondo dello sport – prosegue Borzacchini – basti pensare all’impegno ventennale della locale Polisportiva Mirasole e ai numerosi campionati di nuoto per disabili ospitati nella piscina della città, di cui due imminenti».

Ai quali bisogna aggiungere la già sicura organizzazione dei Campionati Europei di basket per atleti sordi nel 2020.

«Certo, per organizzare i Campionati Europei di atletica leggera per atleti down, molto dipende dall’impegno del Comune – sono parole di David Alessandroni, presidente della locale Polisportiva disabili Mirasole: – sarebbe indispensabile, infatti, sistemare la pista e le strutture dello stadio destinate all’atletica».

«E’ quella del campo d’atletica, in effetti, l’unica situazione drammatica degli impianti sportivi di Fabriano, che per il resto risultano molto efficienti», ha puntualizzato il presidente nazionale Fisdir, Borzacchini.

«La pista di atletica avrebbe bisogno di un rifacimento, o per lo meno di un restyling accurato – ha specificato Alessandroni – ed è necessario realizzare una nuova gabbia dei lanci».

Marco Borzacchini e David Alessandroni

La palla, a questo punto, passa agli amministratori. Che tra l’altro erano per gran parte presenti quando, questa mattina, è stata lanciata a sorpresa la proposta, in occasione della presentazione in Comune di un altro evento relativo al mondo dei disabili, il Campionato Italiano di nuoto in vasca corta Fisdir (riservato ad atleti con disabilità intellettiva e relazionale), in programma presso la piscina di Fabriano sabato 11 e domenica 12 marzo. Tra i presenti: il sindaco Giancarlo Sagramola, l’assessore allo sport e turismo Giovanni Balducci (nonché candidato a sindaco del Pd) e l’assessore ai servizi sociali Giorgio Saitta. E anche Marco Ottaviani, presidente della Fondazione Carifac, da sempre vicina alla Polisportiva Mirasole.

Detto questo, spazio al tema “tout court” della conferenza stampa.

«E’ per noi motivo di grande soddisfazione e orgoglio ospitare ancora una volta il Campionato Italiano di nuoto in vasca corta Fisdir – ha fatto gli onori di casa David Alessandroni, presidente della Mirasole. – Una manifestazione che coincide con i venti anni di attività appena compiuti dalla nostra Polisportiva, appena insignita della Stella di Bronzo al merito sportivo del Coni. Sabato 11 e domenica 12 marzo, Fabriano sarà stracolma di atleti e accompagnatori: abbiamo stimato un arrivo di circa 800 persone. Sarà anche una bella occasione di turismo sportivo per la città. Lo sponsor ufficiale della manifestazione è “Frasassi – Le Grotte”, con un aiuto importante giunto anche dalla Fondazione Carifac, senza il cui contributo, ci tengo a dirlo, noi della Mirasole saremmo costretti a chiudere domani l’attività dei nostri 36 atleti disabili. Un ringraziamento particolare per l’organizzazione di questo evento lo rivolgo anche a Pietro e Federica Stroppa, che si stanno adoperando come sempre per una perfetta riuscita della manifestazione».

Lo stesso Pietro Stroppa, vicepresidente della Mirasole, ci ha tenuto a precisare che «in occasione del prossimo fine settimana di gare, alberghi e strutture ricettive di Fabriano e dintorni sono praticamente al completo».

Il sindaco Giancarlo Sagramola e Federica Stroppa, atleta e organizzatrice della Polisportiva Mirasole

«I campionati di nuoto per disabili sono ormai una bella costante per Fabriano – è stato il pensiero del sindaco di Fabriano, Giancarlo Sagramola. – Siamo sempre contenti di ospitare in città questi eventi, che danno la dimensione di un cambiamento culturale nei confronti della disabilità».

Non solo: domenica 30 aprile, poi, la piscina di Fabriano ospiterà il Campionato Italiano Giovanile Finp (Federazione Nuoto Paralimpico), cioè per atleti con disabilità fisica.