Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano: nomina della Giunta, i nuovi ingressi in Consiglio comunale

La prima seduta della nuova Assise civica fabrianese è stata convocata per il prossimo 4 luglio alle 18. Dopo la convalida degli eletti, si passerà all'elezione del Presidente del consiglio comunale: Giovanni Balducci

Sala consiliare di Fabriano

FABRIANO – Con la nomina della nuova Giunta di Fabriano a guida del sindaco Daniela Ghergo si aggiorna la composizione del consiglio comunale in vista della prima seduta del 4 luglio prossimo alle 18. Una seduta che sarà aperta con la presidenza della candidata consigliera più votata, Chiara Biondi, e la convalida degli eletti. Successivamente si passerà alla votazione per il Presidente effettivo. La maggioranza, come ha evidenziato il neo Primo cittadino, candiderà Giovanni Balducci (Pd). Scontata la sua elezione. Quindi, Daniela Ghergo presenterà l’Esecutivo e illustrerà la relazione di mandato. Ad affiancarla l’esecutivo che è composto, al netto della casella dell’Assessore al Bilancio non ancora individuato, da: Gabriele Comodi (vicesindaco espressione della lista Progetto Fabriano); Dilia Spuri (espressione della lista Progetto Fabriano); Maura Nataloni (espressione della lista Progetto Fabriano); Andrea Giombi (espressione del Partito Democratico); Francesca Pisani (assessore tecnico); Lorenzo Vergnetta (espressione della lista Progetto Fabriano). In più è stato individuato Massimo Spreca come Consigliere delegato (espressione della lista Progetto Fabriano). Infine, Giancarlo Sagramola sarà indicato a rappresentare Fabriano all’interno dell’Unione Montana (espressione della lista Rinasci Fabriano).

La maggioranza in consiglio comunale

Con la nomina dell’Esecutivo e la promozione di alcuni eletti consiglieri ad Assessori, cambia la composizione dei gruppi di maggioranza. Daniela Ghergo potrà contare su una maggioranza solida costituita da 15 consiglieri di maggioranza, più ovviamente il proprio voto. La ripartizione dei seggi, vede il gruppo più numeroso nel Partito Democratico con 6 consiglieri: Giovanni Balducci (326 voti il più votato all’interno della coalizione), Graziella Monacelli (182 preferenze), Maria Nair Crocetti (137 voti), Paolo Paladini (132 preferenze), Barbara Pallucca (119 voti) e Francesco Ducoli (77 preferenze). Il secondo gruppo di maggioranza, 4 scranni, è costituito da Progetto Fabriano: Massimo Spreca (225 preferenze), Riccardo Ragni (179 preferenze), Oreste Aniello (98 voti) e Marta Ricciotti (97 preferenze). Tre scranni sono scattati per Fabriano Civica: Giacomo Guida (91 voti), Fausto Trombetti (91 preferenze) e Marco Spuri (81 voti). Infine, due consiglieri comunali per Rinasci Fabriano: Giancarlo Sagramola (174 voti) e Andrea Anibaldi (117 preferenze).

Le minoranze in consiglio comunale

Complessivamente sono 9 gli scranni destinati alle due minoranze che siederanno nell’Assise civica di Fabriano: L’opposizione più numerosa sarà costituita dalla coalizione che ha sostenuta la candidatura di Roberto Sorci. Altre a quest’ultimo, 3 scranni sono andati a Fabriano C’è: Leonardo Zannelli (164 voti), Renzo Stroppa (120 preferenze) e Valentina Minelli (81 voti). Un seggio ciascuno per Amiamo Fabriano: Chiara Biondi (379 preferenze, il candidato consigliere più votato in assoluto); Missione Rinascita: Danilo Silvi (125 voti); Lista 30.001: Giuseppe Luciano Pariano (144 preferenze). Altro gruppo di minoranza sarà costituito dal candidato a sindaco sconfitto Vinicio Arteconi e dal primo classificato nella lista Associazione Fabriano Progressista: Lorenzo Armezzani (141 voti). Un’Assise civica, con le “promozioni” a incarichi Assessorile, un po’ meno, 6 donne (come la scorsa legislatura): 4 in maggioranza e 2 per le opposizioni. In compenso, però, ben 3 assessori donne in Giunta, parità di genere assoluta.