Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano: odg dei gruppi di maggioranza in Consiglio comunale su Whirlpool

Sindaci del comprensorio e organizzazioni sindacali territoriali e di categoria uniti nell’affrontare le possibilità criticità

La maggioranza

FABRIANO – Sindaci del comprensorio di Fabriano e organizzazioni sindacali territoriali Cgil-Cisl-Uil e di categoria Fim-Fiom-Uilm uniti nell’affrontare le possibilità criticità del mondo del lavoro, a iniziare dalla Whirlpool. La cessione dello stabilimento russo al competitor Arcelik desta particolare preoccupazione in merito alle eventuali decisioni che potrebbero essere annunciate in autunno per l’area Emea. I Sindaci del territorio – presenti, oltre al Sindaco di Fabriano Daniela Ghergo, i Sindaci di Sassoferrato Maurizio Greci, di Genga Marco Filipponi e di Cerreto D’Esi David Grillini – hanno concordato un’azione unitaria «volta sia alla difesa del lavoro esistente e alla tutela dei lavoratori, sia all’implementazione di tutte quelle attività e servizi, dalle infrastrutture materiali e immateriali alla formazione, che possano rendere il territorio dell’area interna attrattivo per le imprese e per gli investimenti». Pronto un odg di maggioranza da discutere in Consiglio comunale nella seduta di sabato 30 luglio.

Le dichiarazioni

Nel contempo le organizzazioni sindacali si sono attivate a livello nazionale per richiedere un incontro al ministero dello Sviluppo economico, dove è già aperto un tavolo di crisi, al quale tuttavia ad oggi non abbiamo avuto ancora riscontro. «Riguardo gli elementi di preoccupazione su possibili criticità aziendali, chiederemo alla Regione di istituire un comitato permanente di osservazione e coordinamento, per poter valutare le azioni e le iniziative da intraprendere per evitare situazioni di crisi. In contemporanea, attiveremo un canale di interlocuzione con i Ministeri competenti», concludono i sindaci. «Fim-Fiom-Uilm e le rispettive confederazioni hanno già effettuato una prima giornata di mobilitazione sotto le Prefetture dei territori in cui sono presenti i plant del gruppo ed hanno chiesto, congiuntamente ai colleghi di Comunanza un incontro con la Regione Marche», ricordano le parti sociali.

La politica

I gruppi di maggioranza del Consiglio comunale di Fabriano, «esprimendo la loro preoccupazione in merito ai futuri scenari della vicenda, preannunciano l’imminente presentazione in Consiglio di un ordine del giorno finalizzato a sensibilizzare la cittadinanza e tutte le istituzioni pubbliche rispetto alla delicata situazione economico-sociale ed alle possibili ricadute occupazionali che potrebbero derivare, anche a livello locale, dalla graduale dismissione degli asset del gruppo Whirlpool nell’intera area EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa). Analogo ordine del giorno verrà proposto con riferimento all’altrettanto importante situazione nella quale versa il gruppo industriale Cartiere», annunciano Andrea Anibaldi (capogruppo Rinasci Fabriano), Paolo Paladini (capogruppo Partito Democratico) e Riccardo Ragni (capogruppo Progetto Fabriano).