Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Madonna Benois a Fabriano: oltre 12mila visitatori, obiettivo superato

In questi giorni, l’opera lascerà la città della carta in direzione di Perugia, dove sarà esposta nella Galleria nazionale del capoluogo umbro a partire dal 3 luglio prossimo. Quindi, il rientro all’Hermitage di San Pietroburgo

La Madonna Benois
La Madonna Benois

FABRIANO – Obiettivo centrato e superato. Sono stati oltre 12.300 i visitatori che non si sono lasciati sfuggire l’occasione di poter ammirare il capolavoro giovanile di Leonardo Da Vinci, la Madonna Benois, esposta dal primo al 30 giugno nei locali della Pinacoteca civica Bruno Molajoli. Fra oggi e domani, 2 giugno, l’opera lascerà Fabriano in direzione di Perugia, dove sarà esposta nella Galleria nazionale del capoluogo umbro a partire dal 3 luglio prossimo. Quindi, il rientro all’Hermitage di San Pietroburgo.

Gli organizzatori della XIII Annual Conference delle città creative Unesco, svoltasi a Fabriano dal 10 al 15 giugno scorsi, avevano fissato l’asticella delle 10mila presenze per questa mostra sul capolavoro davinciano. Ebbene, fin da subito si è compreso, che si sarebbe andati oltre.

Nel primo fine settimana di esposizione, si era già raggiunta la soglia delle mille presenze. Al termine della Conference, si erano avvicinati i sei mila visitatori. A ieri sera, 30 giugno, ultimo giorno per ammirare la Madonna Benois, si è superata la soglia dei 12.300 biglietti staccati. Un successo, chiaramente. Fra i visitatori illustri, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il ministro dei Beni e Attività culturali Alberto Bonisoli, oltre ai vertici regionali, rappresentanti dal Presidente Luca Ceriscioli.

Oggi, 1 luglio, con la massima cura e nel pieno rispetto dell’opera, seguendo quindi tutte le accortezze del caso, il capolavoro di Leonardo sarà imballato in due scatole, una con la cornice e l’altra con la tela. Tutto climatizzato per salvaguardarla durante il tragitto. Ovviamente, durante il tragitto da Fabriano a Perugia, sono state disposte misure di sicurezza per scoraggiare qualsiasi tentativo di furto. Anche per questo motivo non si conoscono ora di partenza e tragitto seguito.

Un ritorno turistico, nel mese di giugno, con grandi numeri per Fabriano anche grazie a questa esposizione e, ovviamente, alla Conference Unesco e al Palio di San Giovanni Battista.