Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano, l’università popolare in diretta su Rai Uno

Ieri pomeriggio le telecamere del fortunato e seguito programma, La vita in diretta, erano a Fabriano per seguire l'iscrizione di Ida Cucco, 100 anni, ai corsi dell'università popolare. Corona di alloro e torta per festeggiare il tutto

La preside, Fernanda Dirella, iscrive Ida Cucco ai corsi

FABRIANO – Partenza boom per il nuovo anno accademico dell’Università popolare di Fabriano. Le telecamere di Rai Uno a seguire l’iscrizione della centenaria Ida Cucco.

La vita può tranquillamente iniziare anche dopo aver spento le cento candeline sulla torta di compleanno. Questo devono aver pensato i telespettatori della fortunata trasmissione di Rai Uno, La vita in diretta, quando ieri – 3 ottobre – hanno potuto assistere al collegamento da Fabriano.

Dal complesso monumentale di San Benedetto, sede dell’Università Popolare di Fabriano, si è festeggiata l’iscrizione ai corsi della signora Ida Cucco, nata il 3 settembre del 1917 a Genga, ma dall’età di cinque anni vissuta nella città della carta. Artefice del servizio, il giornalista fabrianese, Paolo Notari, che ha dedicato alla signora Ida un intero servizio in diretta.

La corona di alloro sul capo della centenaria

Emozionante, vivace e godibilissima la triangolazione tra Notari, i suo colleghi in studio e la “nonnina” in forma smagliante, pronta alla battuta, vivacissima nelle argomentazioni ma soprattutto stupefacente per il suo aspetto, al massimo gli si possono attribuire 70-75 anni e Notari proprio per questo ha aperto il collegamento mostrando la carta d’identità di una signora nata al termine del primo conflitto mondiale, vedova da 25 anni, due figli, Loretta e Luigi, che hanno risposto con semplicità e simpatia alle domande sugli insegnamenti trasmessigli dalla loro mamma e su qual è il suo segreto per essere così in forma fisicamente e mentalmente.

 

«Fare ginnastica e tutti i giorni recita il Santo Rosario, legge molti libri di ogni genere», l’elisir di lunga vita proposto. Graziosissimo e toccante il momento in cui Lara Gentilucci, dopo aver portato la torta del centenario sul tavolo dove la presidente dell’Università Popolare, Fernanda Dirella, le ha fatto indossare la classica corona d’alloro e le ha consegnato il Diploma dopo averle fatto firmare l’ennesima iscrizione a questo ateneo.

La torta

«Siamo molto felici di questa iscrizione e di tutte le altre che, anno dopo anno, continuano a crescere. Segno di una vivacità culturale importante, grazie ai nostri corsi e laboratori: dalla cucina al canto, dalla lingua spagnola e inglese all’informatica, dal ballo alla ceramica, teatro e ancora molto altro», la conclusione della preside.

 

Un momento del collegamento