Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano: si balla anche senza mascherina, chiuso per 5 giorni un locale

Si tratta del secondo caso accertato in questo mese di novembre durante i controlli delle forze dell'ordine. Ecco cosa è accaduto

Le forze dell'ordine di Fabriano

FABRIANO – Ballavano senza mascherina dando vita ad assembramenti e violando la normativa in vigore per contenere la pandemia da Coronavirus. Chiuso a Fabriano un locale per cinque giorni. Questo quanto accertato, a seguito dell’attività di controlli del territorio volti alla prevenzione e repressione dei reati in genere nonché alla salvaguardia della diffusione della pandemia da Covid-19, messi in piedi, sabato scorso 20 novembre, dagli agenti del commissariato di Pubblica sicurezza di Fabriano, coordinati dal Commissario Moira Pallucchi, su impulso dei mirati servizi predisposti dal Questore di Ancona Cesare Capocasa, e coinvolgendo personale dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia municipale, «con i quali è ormai consolidata un’ottima sinergia nel perseguire il comune obiettivo della tutela della sicurezza dei cittadini di questo comprensorio comunale», come si legge nella nota.

I fatti

Durante il servizio sono state controllate 60 persone e accurate verifiche presso gli esercizi pubblici del centro storico e della periferia di Fabriano, per i quali, nella maggior parte si è riscontrato un corretto comportamento degli esercenti. Tranne che in un caso. In un locale, infatti, si è accertato che gli avventori, a seguito della regolare diffusione di musica per intrattenimento, stavano ballando assembrati e senza mascherina. Violando, in questo modo, le norme in vigore per arginare il diffondersi della pandemia da Coronavirus. A seguito di ciò, il Commissariato di Pubblica sicurezza di Fabriano, applicando la prevista normativa, ha proceduto alla chiusura del locale per cinque giorni. Si tratta del secondo caso in questo mese di novembre. A inizio mese, infatti, in un altro locale si era accertato che i clienti – più del consentito – avevano spostato i tavolini utilizzando ogni spazio utile per ballare, sulle note della musica per intrattenimento regolarmente diffusa. Anche in questo primo caso, la task force delle forze dell’ordine presenti in città, aveva disposto la chiusura per cinque giorni del locale in questione.