Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano: scende in campo Laboratorio 10 per una buona integrazione sociale

Il progetto della cooperativa sociale Castelvecchio Service, finanziato dalla Fondazione Cariverona, è volto a migliorare la qualità della vita delle persone disabili e delle loro famiglie. La nuova struttura, che ospita già venti persone, si trova in via Aldo Moro

Una veduta di Fabriano
Una veduta di Fabriano

FABRIANO – Taglio del nastro a Fabriano per Laboratorio 10, il progetto della cooperativa sociale Castelvecchio Service finanziato dalla Fondazione Cariverona, volto a migliorare la qualità della vita delle persone disabili e delle loro famiglie.

Il momento del taglio del nastro

A tenere a battesimo questa nuova struttura, in via Aldo Moro, l’assessore ai Servizi sociali del comune di Fabriano Simona Lupini e i parlamentari del Movimento 5 Stelle Patrizia Terzoni e Sergio Romagnoli. «I primi laboratori – commenta Marco Salari, della Castelvecchio Service – sono partiti un mese e mezzo fa, con lo scopo di conoscere i ragazzi, creare amalgama tra di loro, confrontarci con le famiglie per capire la parte logistica e le aspettative. Le cose sono andate benissimo: abbiamo ricevuto una risposta estremamente positiva, che ci rende orgogliosi ed estremamente fiduciosi per il futuro di questo progetto. Laboratorio 10, infatti, nasce a latere dei servizi già esistenti, con lo scopo di avviare i ragazzi verso l’autonomia: di vita e di lavoro. Il supporto delle famiglie è fondamentale per la riuscita, perché per creare dei veri e propri percorsi personalizzati sulla base delle attitudini, delle esigenze e delle disponibilità di ogni ragazzo, il supporto dei familiari è basilare. L’obiettivo di Laboratorio 10 – conclude Marco Salari, presidente della Castelvecchio Service – è riuscire a dare ai ragazzi che sono con noi, più di 20 al momento, il massimo potenziale di autonomia: sociale, abitativa, lavorativa».

Gli educatori e tutti i partner del progetto – Ambito 10, Comune di Fabriano, Santo Stefano, Amur, Social Net e Fondazione CariVerona – e le aziende, oltre a fornire un importante progetto, stanno dando vita a nuova occupazione.

Patrizia Terzoni all’inaugurazione di Laboratorio 10

«Questo progetto ha conquistato anche me – ha commentato la deputata del Movimento 5 Stelle Patrizia Terzoni – e penso possa essere anche un modo per rilanciare il quartiere Aldo Moro, con delle idee che non mancherò di discutere presto con i diretti interessati». L’assessore fabrianese, Simona Lupina, ha evidenziato come per l’attuale Amministrazione comunale «progetti e proposte come Laboratorio 10 debbano essere supportate e appoggiate il più possibile, con forza, decisione e concretezza».