Fabriano: investito studente di 11 anni lungo viale Zonghi

L'incidente stradale in prossimità della scuola media Giovanni Paolo II. Sul posto la Municipale e il 118. Le condizioni del ragazzino non sono gravi, anche se ha lamentato dolori agli arti inferiori

FABRIANO – Paura questa mattina a Fabriano. Un ragazzino di 11 anni è stato investito prima di entrare a scuola, la media Giovanni Paolo II allocata nei locali dell’ex sede distaccata del Tribunale di Ancona a Fabriano. Le sue condizioni, per fortuna, non sembrano essere molto gravi. Gli agenti della Polizia municipale a ricostruire l’esatta dinamica dell’investimento.

Questa mattina, 11 novembre, intorno alle 7:50, uno studente di 11 anni è stato investito in prossimità della scuola media Giovanni Paolo II, lungo viale Zonghi. Si tratta del secondo investimento in pochi giorni. La Citroën condotta da una donna di 37 anni di Fabriano non è riuscita a evitare l’impatto. La donna si è fermata e sono stati allertati subito i soccorsi. Sul posto un’ambulanza del 118 dell’ospedale Engles Profili, giunta tempestivamente anche per la vicinanza al nosocomio cittadino.

Anche gli agenti della Polizia municipale, agli ordini del comandante Cataldo Strippoli, si sono precipitati nel luogo dell’investimento, sia per effettuare i rilievi del caso, al fine di ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto. E sia per evitare il congestionamento del traffico, molto presente in quell’ora vista la concomitanza fra gli ingressi nelle varie scuole e negli uffici del centro cittadino.

I medici hanno stabilizzato sul posto l’undicenne che ha riferito di dolori alle gambe. È stato, quindi, trasportato al Pronto soccorso del presidio ospedaliero cittadino, dove è stato sottoposto a tutti gli esami strumentali del caso. Le sue condizioni non sono gravi. Anche se resterà in osservazione per alcune ore, in costante monitoraggio.

Come detto, si è trattato del secondo investimento in pochi giorni lungo viale Zonghi. Il precedente, avvenuto lo scorso 31 ottobre, ha visto una donna 50enne cadere pesantemente a terra e fratturarsi il braccio.