Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano InAcquarello fra Bologna e Fabriano, attesi mille artisti da oltre 50 Paesi del Mondo

L'edizione 2022 prevede un fitto calendario dal 12 al 15 maggio, dal vivo, tra Bologna e Fabriano, per concludersi poi a giugno con un webinar che ripercorrerà i momenti più significativi dell’iniziativa

Fabriano InAcquarello

FABRIANO – Torna Fabriano InAcquarello, un evento internazionale che ogni anno raduna artisti e addetti ai lavori a Fabriano dove ha avuto origine la tradizione del fare carta a mano. Nato nel 2010 come progetto sperimentale, FabrianoinAcquarello è oggi una importante iniziativa internazionale, capace di attrarre appassionati, amateurs, hobbysti ed esperti del settore provenienti da tutto il mondo, creando un’occasione unica di confronto e di valorizzazione della tecnica della pittura ad acqua su carta. Un appuntamento basato esclusivamente sull’inclusione e non sulla competizione, in grado di riunire, oltre agli artisti, anche il pubblico e i fan, in un’ottica di esaltazione di una tecnica artistica tradizionale come l’acquarello, ma anche di innovazione e sperimentazione, grazie all’incontro tra diverse generazioni e comunità. Quest’anno si svolgerà dal 12 al 15 maggio, con giornate a Bologna e Fabriano. L’associazione Fabriano è partner esclusivo per la fornitura di carta della manifestazione, giunta alla tredicesima edizione, ideata e organizzata dall’Associazione culturale InArte, affiancata dall’Amministrazione comunale di Fabriano.

Il programma

Come le edizioni precedenti, anche quella del 2022 prevede un fitto calendario di appuntamenti che avranno luogo dal 12 al 15 maggio, dal vivo, tra Bologna e Fabriano, per concludersi poi a giugno con un webinar che ripercorrerà i momenti più significativi dell’iniziativa. Quest’anno, sono attesi circa 1000 artisti provenienti da oltre 50 paesi. In particolare, dal 12 al 14 maggio, l’evento si aprirà al centro congressi FICO di Bologna, dove per tutto l’arco della giornata si terranno workshop, laboratori, lezioni, dimostrazioni con artisti, sessioni di pittura, performance, dibattiti e tavole rotonde con la partecipazione di artisti professionisti, studenti, scuole e appassionati, ma anche di curatori, galleristi, collezionisti e produttori. In particolare: venerdì 13 maggio dalle 19 alle 20, Pierre Guidetti, Lana Privitera, Didier George e Mona Omrani daranno vita a una performance artistica; sabato 14 maggio dalle 11 alle 12 Giuseppe Prezioso, responsabile marketing del brand, sarà in dialogo con l’acquarellista Davide Siddi per raccontare le specificità che rendono i prodotti Fabriano perfetti per l’acquarello, successivamente dalle 12:30 alle 13:30, seguirà una dimostrazione dal vivo con l’artista Keiko Tanabe. L’iniziativa prosegue il 15 maggio a Fabriano, dove la città verrà invasa dagli acquarellisti per un’intera giornata: piazze, strade, musei, biblioteche, chiese, chiostri si trasformeranno in luoghi d’arte con esposizioni, dimostrazioni e performance. L’evento avrà poi seguito durante tutto l’anno con una serie di eventi collaterali, organizzati all’interno della regione Marche. «Siamo davvero fieri di avere al nostro fianco Fabriano, un partner d’eccellenza per la sua storia e il prestigio della sua carta e con cui condividiamo pienamente i valori di questa iniziativa», le parole di Anna Massinissa, Direttore artistico e Curatore InArte. «L’acquarello è una tecnica ricca di storia che ancora oggi raccoglie attorno a sé una vasta comunità e continua a vivere nelle vivaci interpretazioni contemporanee, per questo siamo felici di poter sostenere un evento così importante con la nostra carta, un prodotto straordinario e unico, pensato per essere non solo supporto ma fonte di ispirazione e ricerca per tutti gli artisti e gli appassionati», ha concluso Jacques Joly, Managing Director Fabriano.