Fabriano inAcquarello, presentata l’edizione del decimo anniversario

L'iniziativa, ideata dall’associazione InArte, si svolgerà nella città della carta dal 25 al 29 aprile con il Convegno internazionale di pittura ad acqua su carta. “Nuove generazioni” è il tema scelto per l'edizione 2019 della manifestazione che vedrà la partecipazione di oltre 1.000 artisti provenienti da 80 Nazioni

Ilaria Venanzoni e Anna Massinissa
Ilaria Venanzoni e Anna Massinissa

FABRIANO – Presentata la decima edizione di Fabriano InAcquarello, iniziativa ideata dall’associazione InArte, programmata dal 25 al 29 aprile, con il Convegno internazionale di pittura ad acqua su carta. Le nuove generazioni, il tema di questa edizione 2019.

«Una manifestazione importante e cresciuta molto nel corso di questi anni. Sarà sicuramente un’ottima apripista all’Annual Conference Unesco di giugno e sarà un’edizione ricca di eventi in grado di far accendere i riflettori sulla nostra città», le parole dell’assessore alla Cultura di Fabriano, Ilaria Venanzoni.

«Siamo arrivati alla decima edizione e, anche quest’anno, ci caratterizzeremo per l’altissima qualità e tanti artisti presenti: oltre 1.000 provenienti da 80 nazioni che esporranno in tanti luoghi culturali della città, chiese comprese», le parole di Anna Massinissa di InArte.

Alcune opere in mostra al museo

«L’aspettativa di partecipazione all’evento è di oltre 1.500 / 2.000 presenze che per cinque giorni soggiorneranno, dipingeranno e faranno arte a Fabriano insieme a maestri, tecnici, operatori commerciali e agli appassionati di pittura ad acqua su carta. Durante il convegno Fabriano sarà teatro di un ricchissimo calendario di performance artistiche e attività di studio che dall’Oratorio della Carità saranno video trasmesse su maxi-schermo in una sala audience allestita appositamente sul Loggiato S. Francesco».

Il programma, unico al mondo per aggregazione di tanti e tali talenti, comprende: 3 conferenze (lectures) curate dai maestri internazionali Laurin McCraken (USA) Sergey Temerev (Russia) e Vladimir Merchensky (Argentina); 6 seminari di pittura che vedranno protagonisti Cristian Flores (nuovo talento Italia), Sasa Marjanovic (Serbia), Ilya Ibryaev (Russia), Dario Percy Callo (Peru), Yuko Nagayama (Giappone), Thomas Schaller (Usa); 19 performance artistiche di maestri internazionali; 15 workshop di tecnica pittorica, plein air, pittura dal vero, ritratto, astrazione, scuola di nudo.

Fabriano inAcquarello

«Novità del convegno 2019 è la pittura in plein air nella nostra splendida terra, che in coordinamento con il Consorzio Frasassi e con il Parco Gola della Rossa e Frasassi, condurrà ogni giorno un gruppo di artisti alle Grotte di Frasassi, Genga, Sassoferrato e a Serra San Quirico».

Fabriano InAcquarello 2019, nell’edizione del decimo anniversario, dopo anni di condivisione con i grandi talenti internazionali che hanno reso al convegno visibilità e qualità artistica, è dedicata alle nuove generazioni. Nel sistema di selezione di quest’anno l’organizzazione ha chiesto agli ottanta paesi del mondo di selezionare una collezione di artisti che comprendesse almeno due nuovi talenti e due artisti under 30. La comunità artistica internazionale degli artisti che lavorano con la pittura ad acqua su carta, è chiamata in questo modo a concentrarsi sull’innovazione, sulla ricerca espressiva e sulle nuove generazioni di talenti internazionali che saranno i Maestri di domani.

Ulteriore importante novità 2019 è la “Mostra Itinerante” che selezionerà 70 opere dalle 1.400 a catalogo, a costituire una collezione che in itinere in Italia e nel Mondo sarà testimonianza di Fabriano e del suo legame con l’Acquarello internazionale. Anche in quest’ottica, dal 30 aprile al 12 maggio, ci saranno eventi collaterali che si svolgeranno nelle città partner dell’iniziativa fabrianese, denominata “Italia_Città InAcquarello”: Sperlonga, Frascati, Monte San Biagio, Urbino, Lecco, Monza, Mondovì, Frascati, Sesto Fiorentino, Padova e Venezia, oltre ai comuni limitrofi di Fabriano, Sassoferrato, Serra San Quirico e Genga.

«Ultima nota caratterizzante di FabrianoInAcquarello è il Museo internazionale dell’Acquarello, a tutt’oggi unico al mondo, che dal 24 aprile 2017, durante l’ottava edizione di FabrianoInAcquarello, è stato inaugurato. Una start up che ha sede a Palazzo Vescovile dove sono allestite in permanenza 250 delle oltre 800 opere della collezione mussale derivante dal lavoro di connessione internazionale svolto in tanti anni. Il Museo è il primo e unico al mondo e rappresenta il prezioso presidio territoriale che rende Fabriano la capitale mondiale dell’acquarello contemporaneo».

Il convegno avrà i patrocini consolidati del Ministero per le attività Culturali, della Città di Fabriano, di Fabriano Città creativa Unesco, del Comune di Genga e di Serra San Quirico, della Regione Marche, della Provincia di Ancona, del Parco Naturale Gola della Rossa e Frasassi, della Fondazione Istocarta, dell’Ufficio Diocesano Cultura Fabriano Matelica, di Pia Università dei Cartai, Ass. Palio di S. Giovanni; oltre che di una lunga serie di enti nazionali ed internazionali che partecipano come partner tecnici, fra essi i Mastri Cartai fabrianesi e la Cartiera Fedrigoni.