Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano InAcquarello entra nel vivo: il programma del 26 aprile

Nei luoghi più belli della città, per 5 giorni capitale della pittura ad acqua su carta, espongono oltre 1.000 artisti provenienti da 80 Paesi del mondo. Ecco gli eventi in calendario

Un particolare di un acquarello

FABRIANO – Ufficialmente partita la nuova edizione di Fabriano InAcquarello, che terminerà lunedì 29 aprile. A Fabriano saranno in esposizione nei luoghi più belli della città oltre 1.000 artisti provenienti da 80 Paesi del mondo: i nostri luoghi storici ed artistici accoglieranno e custodiranno le opere dei Maestri. L’aspettativa di partecipazione all’evento è di oltre 1.500-2.000 persone che per cinque giorni soggiorneranno, dipingeranno e faranno arte a Fabriano insieme a maestri, tecnici, operatori commerciali e agli appassionati di pittura ad acqua su carta.

Gli artisti già da ieri sono al lavoro per ritrarre Fabriano con le loro creazioni e fare in modo che appassionati possano partecipare a workshop. Sarà coinvolto l’intero comprensorio, visto che ogni pomeriggio si potrà dipingere in plein air alle Grotte di Frasassi, nel Parco, e non solo.

Con il programma di oggi, 26 aprile, si entra nel vivo. Dalle 10 alle 12, seminario con Sasa Marjanovic all’Oratorio della Carità e streaming video presso auditorium Loggiato San Francesco; dalle 10 alle 13, workshop con Anders Andersson all’interno dello spazio co-working a Le Conce, e scuola di plein air con Claudio Castiglioni. Alle 12 partirà da piazzale Matteotti il pullman per la visita alle Grotte di Frasassi e plein air nel Parco Naturale, con rientro fissato per le 17. Si prosegue, dalle 13 alle 17, con Demos con Mona Omrani, Iran Pablo Rubén e Cesc Farré, Spain Alojz Konec e Franc Golob e Pasqualino Fracasso, all’auditorium del Loggiato San Francesco.

Nel pomeriggio, sketching session di nudo in watercolor con Gabriele Mazzara e Javier Gomesoto al monastero delle suore Cappuccine; dalle 17.30 alle 19, conferenza e dibattito con il maestro Sergey Temerev su “Le cinque leve di forza per un acquarello di qualità”, all’Oratorio della Carità e streaming video presso auditorium Loggiato San Francesco. Si conclude alle 20.30 con la cena tipica a buffet al monastero suore Cappuccine e, quindi, dalle 21.30 alle 24, con Demos & Musica: scambio di premi dai diversi Paesi con l’artista indiano Prafull Sawant e l’argentino Gonzalo Cid, all’Area Art club.