Furto all’Asur, ladri incastrati dalle telecamere

Si tratta di un 25enne e un 26enne, già noti alle forze dell'ordine, denunciati dai carabinieri di Fabriano dopo essersi introdotti negli uffici dell'ente di via Brodolini

Carabinieri
Carabinieri

FABRIANO – Traditi dalle telecamere e, soprattutto, dall’aver conservato la gettoniera che si erano portati via dopo aver compiuto un furto negli uffici dell’Asur di via Brodolini a Fabriano. Denunciati due giovani, 25 e 26 anni, per furto aggravato in concorso.

Non è la prima volta che gli uffici dell’Asur di Fabriano vengono presi di mira. Durante il ponte di Ognissanti, i due ladri hanno forzato l’ingresso e si sono diretti subito verso il distributore di bevande. Hanno forzato la cassettiera e sono scappati. Lunedì 4 novembre, gli operatori, tornati dalle ferie, si sono accorti di quanto avvenuto ed hanno allertato i carabinieri della Compagnia di Fabriano che, prontamente, hanno avviato le indagini.

Dopo aver fatto i rilievi sulla porta e sul distributore automatico, i militari hanno acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza esterno di un’attività commerciale posta nelle immediate vicinanze degli uffici di via Brodolini. Nei filmati erano immortalate due persone che, con cappuccio della felpa in testa, forzavano la porta e si introducevano all’interno degli uffici Asur. Dopo pochi minuti, eccoli di nuovo che si allontanavano in tutta fretta.

I carabinieri hanno notato il modo di camminare dei due ladri, molto simile a due giovani già noti alle forze dell’ordine. I militari si sono quindi diretti ai domicili dei ragazzi ed hanno iniziato a perquisirli. Nel garage di uno dei due, è stata ritrovata la gettoniera, conservata come trofeo. Una disattenzione che è costata cara ai due malviventi. Ovviamente, non vi era più traccia delle monete contenute, intorno ai 50-60 euro.

I due ragazzi di Fabriano sono stati quindi denunciati per furto aggravato in concorso e dovranno ora risponderne in Tribunale.