Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano, fissato il giorno del funerale di Paolo Paladini. Indagato il conducente del quad

L'ultimo saluto al 36enne, morto in un incidente all'Isola d'Elba, si tiene nella cattedrale di San Venanzio. Il feretro sarà, quindi, tumulato all’interno del cimitero di Santa Maria. La Procura di Livorno ha iscritto nel registro degli indagati il 41enne che era alla guida del mezzo con l'accusa di omicidio stradale e guida in stato di ebbrezza

FABRIANO – Domani, venerdì 28 giugno, il funerale di Paolo Paladini. Questa sera l’arrivo del feretro a Fabriano. Alle 21, la recita del Santo Rosario nella Casa del commiato “Infinitum” di Bondoni in via Nenni. Tanti i ricordi sui social network di chi ha condiviso esperienze di vita con il giovane papà morto, a seguito di un incidente stradale, il 25 giugno scorso, all’isola d’Elba, in Toscana.

Fabriano e i fabrianesi non sanno darsi pace per quanto accaduto a poche ore dalla conclusione del Palio di San Giovanni Battista, manifestazione a cui Paolo Paladini, 36 anni, era molto legato. Mentre la sua Porta Pisana festeggiava la vittoria nella sfida del Maglio, purtroppo, il giovane padre di tre figli, moriva. Tutta colpa di un incidente stradale lungo viale dei Golfi a Lacona, mentre era a bordo – come passeggero – di un quad guidato da un 41enne residente nella provincia di Como, iscritto nel registro degli indagati dalla Procura di Livorno. Per lui l’accusa è omicidio stradale e guida in stato di ebbrezza. Quest’ultimo ha perso il controllo del mezzo che si è ribaltato e nell’impatto il 36enne ha sbattuto violentemente la testa contro l’asfalto rimanendo schiacciato dal telaio del mezzo, morendo sul colpo. Illesi gli altri due passeggeri che si trovavano sul sedile posteriore.

La notizia ha fatto velocemente il giro di Fabriano in poche ore. Immediatamente, il cordoglio è stato unanime e i post sui social network, Facebook in testa, sono diventati numerosi. Tutti accomunati dalle qualità di Paolo Paladini: solare, sempre disponibile, padre e marito amorevole, gran lavoratore, attento alle esigenze di tutti.

A seguito delle indagini portate avanti dai carabinieri, il feretro è stato dissequestrato e riconsegnato ai familiari. Nel tardo pomeriggio di oggi, giovedì 27, giungerà a Fabriano nella Casa del commiato “Infinitum” di Marco Bondoni in via Nenni. Alle 21, ci sarà la recita del Rosario.

Domani, 28 giugno, la celebrazione del funerale. Il corteo funebre partirà alle 16.45 in direzione della cattedrale di San Venanzio di Fabriano. Alle 17, le esequie. Il feretro sarà, quindi, tumulato all’interno del cimitero di Santa Maria.