Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Dopo la pausa estiva, il distretto economico di Fabriano torna a girare a pieno ritmo

Riaprono i cancelli delle aziende del fabrianese e questa mattina, lunedì 24 agosto, si torna al lavoro incrociando le dita per via dell’innalzamento dei nuovi contagi in Italia. Un altro lockdown impatterebbe in modo significativo nei conti delle “Big” presenti nel territorio

Una veduta di Fabriano

FABRIANO – Si ritorna dalle ferie e da oggi, 24 agosto, il distretto economico di Fabriano torna a girare a pieno ritmo, incrociando le dita per via dell’innalzamento dei nuovi contagi in Italia da covid-19. Un altro lockdown sarebbe improponibile e impatterebbe in modo significativo nei conti delle “Big” presenti nel territorio.

Oggi si torna al lavoro in Elica dopo sole due settimane di stop collettivo. La multinazionale delle cappe è pronta a riscattare un secondo trimestre che ha risentito in modo importante degli effetti della pandemia. Ma, ovviamente, non è la sola. Il comparto cappe si è comportato in maniera diversa per quel che riguarda le ferie estive e addirittura c’è chi non ha mai fermato la propria produzione a livello collettivo. È il caso della Electrolux di Cerreto D’Esi. I circa 200 operai, infatti, sono stati suddivisi in due gruppi che stanno usufruendo di due settimane di ferie estive ciascuno, ma a rotazione. Il primo gruppo nelle prime due settimane di agosto, il secondo gruppo lo sta ultimando nella seconda metà del mese agostano.

Alla Faber di Sassoferrato si è scelta un’altra linea. Una sola settimana di stop collettivo, quella di Ferragosto. Le tute blu avranno diritto a un’altra settimana di ferie estive di cui potranno godere, ma l’unico limite e che non potrà essere quella antecedente o immediatamente dopo la settimana di stop collettivo.

Alla Whirlpool, invece, ci si è fermati solo nella settimana di Ferragosto, dopo però averne effettuato altre due a cavallo fra fine giugno e inizio luglio. Si lavora, dunque, già a pieno regime anche per un incremento della produzione, tanto che si è fatto ricorso a numerosa forza lavoro interinale.

Ancora qualche giorno di ferie in Ariston Thermo Group. Ad Albacina si torna al lavoro mercoledì 26 agosto; a Cerreto D’Esi e Genga il giorno successivo, giovedì 27 agosto; ad Osimo, invece, il rientro in stabilimento è in calendario per oggi. Da ricordare che, su base volontaria, sarà possibile sottoporsi al test istantaneo pungi-dito che assicura un’altissima percentuale di veridicità in caso di negatività.

Naturalmente, anche l’indotto e le aziende medio-piccole ritornato oggi a produrre e i timori non mancano, soprattutto per la ex JP Industries, oggi Indelfab, dove è stata annunciata la procedura di mobilità per l’intera forza lavoro, 583 dipendenti, 300 del fabrianese. Oggi, un doppio summit. Alle 10 con l’assemblea dei lavoratori indetta dai sindacati. Nel pomeriggio, alle 16, con un primo incontro istituzionale, sempre a Fabriano, alla presenza, fra gli altri, della sottosegretaria al Mise, Alessia Morani.