Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

A Fabriano è esplosa la boxe-mania, anche tra le ragazze

Cresce la Pugilistica Fabrianese Liberti, che attualmente coinvolge circa cinquanta amatori tra cui una dozzina di donne. «Si è creato un gran bel gruppo, molto affiatato», dicono dalla società. E tra gli agonisti, da segnalare la vittoria di Albert Dodoli la settimana scorsa

La Pugilistica Fabrianese Liberti nella palestra del PalaGuerrieri
La Pugilistica Fabrianese Liberti nella palestra del PalaGuerrieri

FABRIANO – La “nobile arte”, il pugilato, sembra proprio che stia tornando nei cuori dei fabrianesi. Certo, sono ancora lontani i “gloriosi” anni Cinquanta e Sassanta – con Zamparini argento olimpico a Roma ‘60, Pellegrini e Bardelloni (tanto per citare alcuni nomi) che si distinguevano ad altissimi livelli italiani, Scortichini addirittura negli States – ma l’aumento di praticanti presso la Pugilistica Fabrianese Liberti è un fenomeno che va senza dubbio preso in considerazione. Soprattutto se pensiamo che appena sei anni fa la palestra neanche esisteva…

«Attualmente frequentano la Pugilistica circa cinquanta amatori, tra i quali una dozzina di donne», ci informa Sara Gambini, responsabile della segreteria della società.

Una cifra di tutto rilievo, quindi, soprattutto considerando il fatto che il numero di praticanti si è impennato proprio negli ultimi tempi. «Si è creato un gran bel gruppo, molto affiatato», conferma la stessa Sara Gambini, che è anche praticante. La crescente presenza “rosa”, appunto, è un altro particolare molto interessante, tanto che fare pugilato sembra che sia diventato “cool” anche nella città della carta, sull’esempio di molte “star” e fotomodelle d’oltreoceano come Adriana Lima e Gigi Hadid, Kendall Jenner e Karlie Kloss.

Un po’ più sottile il settore “agonisti”, che, dopo il trasferimento del promettente Federico Stroppa a Roma presso la Boxing Arcesi, attualmente è composto da Matteo Mantini, Francesco Cacciapuoti e Albert Dodoli. Pochi ma buoni, verrebbe da dire, perché ad esempio proprio Dodoli (classe 2001, categoria Youth, peso 60 chili) è fresco reduce da una vittoria ai punti conquistata giovedì 12 aprile a Fermo contro Xeka Shkuuat della Kaflot King Boxe. Un settore, quello agonistico, che la società ha comunque in mente di potenziare.

Albert Dodoli proclamato vincitore a Fermo

L’allenatore della Pugilistica Fabrianese Liberti è il congolese Claude Tshiyekela, affiancato dagli stessi Cacciapuoti e Mantini che stanno svolgendo il corso per aspiranti tecnici. Una occasionale ma preziosa presenza in palestra è quella di Primo Zamparini che, come detto, è stato argento olimpico a Roma ’60.

Per quanto riguarda la società, il presidente è Angelo Stango, il vicepresidente Alberto Liberti, il direttore sportivo Beniamino Stango.