Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano: educazione alla legalità, la Polizia incontra gli studenti delle terze medie

I poliziotti hanno distribuito agli studenti l’agenda scolastica a loro dedicata, “Il mio diario” e affrontato diverse tematiche

La Polizia incontra gli studentia Fabriano

FABRIANO – Educazione alla legalità, gli agenti del Commissariato di Pubblica sicurezza di Fabriano hanno incontrato gli alunni delle classi terze delle scuole primarie. I poliziotti hanno distribuito agli studenti l’agenda scolastica a loro dedicata, “Il mio diario”.

Educazione alla legalità: ecco Il mio diario

Durante la presentazione, avvenuta sempre in spazi aperti nel rispetto della normativa anti-Covid, il personale della Polizia di Stato ha presentato l’iniziativa ai giovani studenti, illustrando loro il contenuto del diario, i cui protagonisti sono i super eroi della legalità Vis e Musa (due ragazzi) e Lampo e Saetta (due cani) che, a fianco della Polizia di Stato, li accompagneranno nel nuovo anno scolastico. Ma non solo teoria, anche pratica. Infatti, nell’incontro con gli alunni delle classi terze delle scuole primarie del comune di Fabriano, la squadra cinofili della Polizia di Stato di Ancona ha realizzato una simulazione di un intervento con l’impiego dei cani poliziotto.

Educazione alla legalità: gli argomenti

«L’iniziativa, che quest’anno è giunta alla sua ottava edizione, ha lo scopo di avvicinare i giovanissimi studenti all’educazione alla legalità utilizzando personaggi di fantasia che hanno i super poteri dell’amicizia, della solidarietà e della legalità e che, con l’aiuto della Polizia di Stato, affrontano diversi argomenti come l’educazione civica, lo sviluppo sostenibile, l’inclusione sociale, l’educazione stradale e il corretto utilizzo dei social network», fanno sapere gli organizzatori.

Altri incontri

L’iniziativa proseguirà anche la prossima settimana, quindi prima della fine del corrente anno scolastico, nei restanti istituti scolastici del comprensorio fabrianese rientranti nell’iniziativa. Sempre, naturalmente, con il pieno rispetto della normativa vigente nell’ambito della crisi sanitaria dovuta alla pandemia da coronavirus che, a Fabriano e comprensorio, si avvia verso un generale azzeramento dei casi. Ma, questo, ricordano sempre tutti, non vuol dire abbassare la guardia.