Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano: droga e contanti nel comodino della stanza da letto, denunciato 20enne

Il ragazzo, operaio incensurato, è stato fermato dai carabinieri mentre si stava recando al lavoro. La cocaina è stata trovata in auto e nella sua abitazione

Il materiale sequestrato dai carabinieri

FABRIANO – Ancora una denuncia per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti a Fabriano. Destinatario, un giovanissimo, 20enne, operaio incensurato. Trovata droga in auto e nel comodino della sua stanza da letto. Sequestrati soldi in contanti e il telefono cellullare. Si tratta dell’ennesima operazione portata avanti dai carabinieri della Compagnia cittadina nell’arco di pochissimi giorni. Le indagini proseguono.

Giro di vite importante messo in atto dai militari di Fabriano nei confronti del fenomeno del consumo e dello spaccio di droga. Nessuna delle tre distinte operazioni pare abbia un legame fra loro. Si è partiti il 19 febbraio scorso, con l’arresto per detenzione ai fini di spaccio continuato di sostanze stupefacenti dell’operaio pusher 44enne che aveva incassato oltre 35mila euro dalla vendita di droga: marijuana, hashish e cocaina, nel corso del 2019. Ma il giro di affari potrebbe essere molto più ampio e redditizio. Oltre all’arresto, altre tre persone erano state denunciate sempre per detenzione ai fini di spaccio di droga.

Il giorno successivo, 20 febbraio, i carabinieri di Fabriano avevano intercettato un 19enne, già conosciuto alle forze dell’ordine, mentre passeggiava in centro storico. Nel garage di cui il giovane aveva la disponibilità, sopra una mensola a muro posizionata a oltre 2 metri dal pavimento, il ritrovamento della droga: 60 grammi di marijuana, un grammo di cocaina e un bilancino di precisione. È stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Questa mattina, 24 febbraio, nell’ambito dei consueti controlli su strada, è stato fermato intorno alle 7, un giovane 20enne incensurato mentre, a bordo dell’automobile, si stava recando al lavoro. Ai carabinieri, dopo l’identificazione, non è sfuggito il nervosismo del ragazzo. Si è proceduto, quindi, alla perquisizione del mezzo. Una giusta intuizione visto che nella tasca del portaoggetti è stato rinvenuto un grammo di cocaina. Si è deciso di approfondire il controllo perquisendo l’abitazione che il 20enne divide con i genitori. Nella sua stanza da letto, esattamente nel comodino, sono stati trovati dieci grammi complessivi di cocaina suddivisa in dosi. In più, rinvenuto un bilancino di precisione e 800 euro in contanti, con banconote di diversi tagli, probabile provento dell’attività di spaccio, secondo gli investigatori. Sequestrato, infine, il telefono cellullare del giovane, dal quale potrebbero emergere elementi utili per individuare sia i clienti che i canali di approvvigionamento. Il ragazzo è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.