Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano, dimentica il fucile sul tettuccio dell’auto: denunciato

A trovare in strada l'arma, all'interno della custodia, un passante che ha allertato i carabinieri. Quest'ultimi hanno rintracciato il proprietario sbadato

carabinieri

FABRIANO – Innesta la marcia e parte dimenticandosi di aver poggiato il fucile sul tettuccio della sua macchina. Denunciato per mancata custodia di arma dai carabinieri della Compagnia di Fabriano. Protagonista un 60enne decisamente sbadato.

L’uomo, che ha denunciato regolarmente il possesso dell’arma, aveva deciso di far effettuare una manutenzione del fucile in un’attività specializzata di Cerreto D’Esi. Ha riposto l’arma nella sua custodia, si è sistemato ed è uscito di casa. Giunto vicino all’auto, ha poggiato il fucile sopra il tettuccio. Ha aperto lo sportello e si è seduto. Quindi, ha avviato il motore ed è partito, dimenticandosi dell’arma sul tettuccio del mezzo. Ovviamente, quest’ultima è scivolata in terra dopo pochi metri. Ma neppure in questo caso, il 60enne di Fabriano si è accorto di nulla. È giunto tranquillamente a Cerreto D’Esi prima di non trovare più il suo fucile.

Nel frattempo, un passante impegnato in una passeggiata ha notato la custodia con il fucile all’interno in mezzo alla strada. Si è impaurito ed ha prontamente allertato le forze dell’ordine, nello specifico i carabinieri della Compagnia di Fabriano. Quest’ultimi, sono giunti immediatamente nel posto della segnalazione ricevuta dal fabrianese. I militari hanno aperto la custodia e controllato se ci fosse la matricola leggibile sull’arma. Era così.

Dai controlli si è risaliti al nome e cognome del legittimo proprietario che, come prescrive la legge, aveva regolarmente denunciato il possesso del fucile. I carabinieri sono riusciti a rintracciarlo in pochissimo tempo. Il 60enne ha ammesso di essersi reso protagonista di una vera e propria disattenzione, raccontando cosa era accaduto e dove si stava recando con il fucile. Ma, purtroppo per l’uomo, la legge non ammette le disattenzioni. E ai militari di Fabriano non è restato altro che denunciarlo per mancata custodia di arma.