Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano: numeri record per i musei cittadini. In crescita presenze e incassi

Ammonta a 400mila euro il ricavato ottenuto nel 2019 dal museo della Carta e della Filigrana e dalla Pinacoteca civica. Buone le performance per la biblioteca e il Teatro Gentile. I numeri illustrati dell'assessore Ilaria Venanzoni

L'assessore Vananzoni, il sindaco Santarelli e gli operatori culturali fabrianesi

FABRIANO – Oltre 400mila euro di incassi per circa 60mila ingressi considerando solo il museo della Carta e della Filigrana e la Pinacoteca civica Molajoli di Fabriano. «Un anno da record», commenta entusiasta l’assessore comunale con delega alla Cultura, Ilaria Venanzoni. Buone performance anche per la Biblioteca civica e il Teatro Gentile.

«I numeri del 2019 ci danno pienamente ragione sulle politiche culturali messe in campo negli ultimi tre anni e per questo ringrazio tutti coloro che lavorano in questo campo. Crescono presenze e incassi», conferma la Venanzoni. Si parte con il che nel corso degli ultimi cinque anni, nonostante il terremoto del 2016 con ripercussioni importanti nel 2017, rappresenta la punta di diamante. Si passa, infatti, dai 41.315 visitatori del 2015 ai 43.311 del 2019, «la seconda performance di tutti i tempi dopo il record assoluto registrato nel 2006 in concomitanza con la grande mostra sul Gentile». A questa cifra, vanno sommate le presenze dei laboratori didattici, pari a 12.199 di bambini e ragazzi che hanno imparato a produrre la carta fatta a mano. Complessivamente, gli introiti per le casse comunali sono stati pari a 343.799,03 euro.

Ha ovviamente risentito dei due grandi appuntamenti dell’anno scorso la Pinacoteca civica di Fabriano: l’esposizione della Madonna Benois e la mostra su Gentileschi. «Il 2019 si è chiuso con 26.663 presenze (solo 13.445 per Leonardo e 10.110 per Gentileschi). Nel 2018 avevamo chiuso con circa 3.600 ingressi. Dunque, record assoluto che ha portato a oltre 64mila euro di incassi».

Numeri che crescono anche per il Museo Guelfo: 279 presenze. E per il teatro Gentile, 174. «Al Gentile occorre evidenziare anche gli ingressi per le varie stagioni, in termini di abbonamenti che, per l’attuale stagione di prosa sono pari a 243, più i 112 nuovi abbonati per i tre appuntamenti della stagione di Lirica e i 155 abbonati per la stagione sinfonica», dichiara ancora l’assessore alla Cultura di Fabriano.

Passando, infine, Biblioteca civica: 602 utenti iscritti alla sezione ragazzi; 4.529 prestiti totali; acquistati 240 titoli nel 2019 che portano a circa 8mila libri la sezione ragazzi. Sono stati donati alla Biblioteca 109 libri. «Gli iscritti complessivi sono 6.570, 411 nuovi iscritti nel corso del 2019. Abbiamo speso 10mila euro per acquisto beni per la Biblioteca, 697 libri e 107 dvd, che portano il totale complessivo a 44.078 materiale presente in Biblioteca».

Attualmente, il museo della Carta e della Filigrana di Fabriano è chiuso per lavori, riaprirà i primi di febbraio. Lo stesso dicasi per la Pinacoteca civica che ha una nuova direttrice, Francesca Mannucci. «Stiamo procedendo al riallestimento e ci saranno due novità importanti quando riaprirà in primavera. La prima è l’esposizione di tre arazzi fiamminghi restaurati a cura del ministero dei Beni culturali. La seconda è rappresentata dal prestito, per un anno, ma speriamo per più tempo, da parte della Pinacoteca di Brera della pala che Carlo Bononi ha realizzato, nel 1811, per l’ex convento di Clausura di Fabriano», conclude Venanzoni.