Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Confusione sulla viabilità del cantiere Quadrilatero, camion resta incastrato

Le molteplici ordinanze per regolamentare la circolazione hanno mandato in tilt il gps del mezzo. Sul posto i vigili del fuoco del distaccamento cittadino per riportare il mezzo in carreggiata.

Camion incastrato

FABRIANO – Il Gps lo porta a sbagliare strada perché non gli segnala i lavori infiniti del cantiere Quadrilatero a Fabriano. È così rimasto incastrato un autoarticolato.

Questa mattina, 27 marzo, intorno alle 6, è giunta una chiamata al centralino del distaccamento dei vigili del fuoco di Fabriano. Una richiesta d’aiuto da parte di un autotrasportate con il mezzo praticamente incastrato fra i vari tornanti in prossimità della località di Rocchetta.

Devono intervenire i vigili del fuoco del distaccamento cittadino per riportare il mezzo in carreggiata. Oltre agli agenti della Polizia municipale, agli ordini del comandante Cataldo Strippoli, per la viabilità.

È accaduto di nuovo che i lavori del cantiere del Progetto Quadrilatero non vengano segnalati nel Gps, anche per le molteplici ordinanze per regolamentare la circolazione.

I pompieri fabrianesi sono prontamente giunti sul posto e utilizzando anche una pala gommata, sono riusciti ad assistere il conducente del mezzo nelle manovre per riportare il mezzo pesante nella strada principale. Nessun danno all’autoarticolato e neppure a altri mezzi e/o persone coinvolte.

Un intervento che si è protratto per diverse ore visto che, cercando di fare da solo, l’autista ha di fatto incastrato il mezzo in un tratto di strada tortuoso, fra due tornanti.

Quando si è, finalmente, reso conto di non potercela fare da solo, ha chiesto aiuto. E i vigili del fuoco del distaccamento cittadino sono prontamente intervenuti per riportare l’autoarticolato sulla sede stradale principale e permettergli, quindi, di poter riprendere il proprio servizio.

Le operazioni di soccorso

Gli agenti della Polizia municipale hanno gestito la questione legata alla viabilità anche se, per via dell’emergenza Coronavirus, sono poche le automobili in circolazione. Presenti anche i tecnici comunali per cercare una soluzione alla presenza di acqua sulla sede stradale per via dello scioglimento della neve e della pioggia successiva.