Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano: il complesso monumentale del San Benedetto centro della musica cittadina

Ha preso il via oggi, primo febbraio, il nuovo Anno Accademico dell’Accademia Italiana del Clarinetto nella nuova sede operativa all’interno dei locali del Complesso Monumentale di San Benedetto

Veduta di Fabriano

FABRIANO – Ha preso il via oggi, primo febbraio, il nuovo Anno Accademico dell’Accademia Italiana del Clarinetto nella nuova sede operativa di Fabriano all’interno dei locali del Complesso Monumentale di San Benedetto. L’Accademia Italiana del Clarinetto fondata da Piero Vincenti nel 1999, costituisce una realtà unica nel mondo clarinettistico italiano e data l’articolazione dei suoi intenti si propone come punto di incontro e di riferimento per tutti coloro che in Italia e all’estero vivono il “Mondo del clarinetto”.

Dal 2015 l’Accademia ha gestito a Camerino il Palazzo della Musica ora seriamente danneggiato dai terribili eventi sismici del 2016. Grazie alla Amministrazione Comunale di Fabriano inizierà ora una nuova fase.

L’Anno Accademico prende il via con i Master di II livello autorizzati dal MIUR che l’Accademia propone in collaborazione con il Conservatorio Statale di Musica “B.Maderna” di Cesena. Il primo corso sarà “Il clarinetto e il quartetto d’archi” tenuto dal clarinettista di fama internazionale Calogero Palermo che ricopre attualmente il ruolo di 1° clarinetto dell’Orchestra del Royal Concertgebouw di Amsterdam.

Per informazioni sui corsi e le attività dell’Accademia potete telefonare allo 0737.630690 o al 334.1767717 oppure scrivere una mail a segreteria@accademiaitalianaclarinetto.com

Si rafforza sempre più, dunque, il legame di Fabriano con la musica. E questo grazie proprio allo spazio offerto dal Complesso monumentale di San Benedetto.

Anche se ancora non si sa nulla sul master annuale e biennale post-laurea in pianoforte organizzato dall’università della Cina, Tagin di Shangai, che ha circa 40mila iscritti e i cui docenti e responsabili erano rimasti estasiati da Fabriano e dal suo museo del pianoforte. Tanto da sceglierla come una delle sedi per questo corso di specializzazione. Il master sarebbe dovuto partire a gennaio e avrebbe dovuto interessare una quarantina di studenti asiatici che avrebbero dovuto studiare sui pianoforti custoditi nel museo fabrianese gestito dai fratelli Claudio e Valerio Veneri. Si tratta di pianoforti di alto pregio che sono stati giudicati ideali per il perfezionamento degli studenti.