A Fabriano sbocciano coccarde rosa e azzurre per difendere l’Engles Profili

L’Amministrazione comunale lancia un progetto-concorso per promuovere il decoro urbano, in sinergia con il comitato di cittadini, che si batte per la salvaguardia dell’ospedale e del Punto nascita, e che invita la cittadinanza a colorare la città

Il messaggio al ministro Grillo dai fabrianesi

FABRIANO – L’Amministrazione comunale di Fabriano lancia un progetto-concorso per promuovere il decoro urbano e sostenere il comitato di cittadini che si batte per la salvaguardia dell’ospedale Engles Profili. L’invito alla cittadinanza è quello di esporre coccarde e nastri rosa e azzurri, in forma di protesta e sensibilizzazione per la chiusura del Punto nascita. E già si vedono i primi risultati.

Il progetto per il decoro urbano promosso dall’Amministrazione si articola su due livelli: il primo, proposto dalla Collina della vita, a cura del maestro Morelli, e il secondo, un concorso per adornare e impreziosire finestre, vicoli e balconi tramite la partecipazione attiva degli abitanti della città di Fabriano.

I primi fiocchi rosa e azzurro a Fabriano

«Il comune di Fabriano ha lanciato una bellissima iniziativa: “Facciamo fiorire Fabriano”, un progetto che mira al decoro urbano. Noi – spiega il comitato cittadino – ci siamo interrogati e, concordemente, abbiamo elaborato una proposta basandoci appunto sul far fiorire Fabriano, perché nella nostra città ne abbiamo davvero bisogno. Che cosa può, oltre ad un buon decoro, far fiorire la nostra città? Naturalmente i bambini. E da qui la nostra proposta. La ministra Giulia Grillo ha promesso che avrebbe messo in atto la revisione dei parametri che fissano le peculiarità necessarie al mantenimento del Punto nascita negli ospedali, abbassando il limite previsto dall’accordo Stato-Regioni, da 500 a 350 parti. Bene, per sollecitare che questo avvenga e che tutto non cada nel dimenticatoio, mettiamo dei fiocchi rosa o celesti nelle finestre delle abitazioni, degli uffici o delle varie attività, o un nastrino, una coccarda, un filo colorato ovunque si possa appendere. Perché non sollecitare l’attenzione su una tematica così importante anche attraverso un simbolo che non costa nulla, ma che rappresenta un segno di speranza?», scrivono in una nota dal comitato di cittadini.

«Forza, cittadini fabrianesi, coloriamola questa città anche attraverso due colori: il rosa e il celeste. Rendiamola viva questa città che qualcuno vorrebbe far morire, appendiamo ovunque sia possibile questi due colori come simbolo di una Fabriano che continua a sperare che i nostri figli possano continuare a nascere qui. Grazie a chi ha già iniziato a farlo e chiediamo a tutti di provvedere al più presto».