Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano: l’associazione La Scuola Siamo Noi torna a incalzare l’Amministrazione

Nel mondo della scuola, molti i plessi che - secondo l'Associazione - dovrebbero ricevere maggiori attenzioni da parte della Giunta Santarelli

Veduta di Fabriano
Veduta di Fabriano

FABRIANO – Il giorno dopo l’ufficializzazione della nuova sede per gli studenti della scuola media Marco Polo di Fabriano, torna a far sentire la propria voce l’associazione La Scuola Siamo Noi che, attraverso una nota, torna a chiedere notizie precise su molti plessi scolastici dell’Istituto comprensorio in questione. «L’individuazione della sede per la Marco Polo nei locali messi a disposizione dall’istituto superiore Morea rappresenta il minimo sindacale per la sistemazione “provvisoria” dei nostri ragazzi. Le problematiche fatte presenti lo scorso maggio sono ancora tutte da risolvere e vorremo essere certi che questa Amministrazione sia capace una volta per tutte di risolvere quanto chiesto. Certamente, la soluzione considerata soddisfa temporaneamente la mancanza venutasi a creare e la domanda sorge spontanea: ci sono voluti quattro mesi per sapere che all’istituto Morea, c’erano aule disponibili e sufficienti per gli studenti della Marco Polo? Di sicuro i tempi e le necessità dei ragazzi non corrispondono alle risposte di questa Amministrazione», l’incipit dell’Associazione.

Le criticità e la proposta

Quindi, si ribadiscono le criticità e si lancia una proposta di incontro. «Lavori di sistemazione Marco Polo: date e dati non pervenuti; nuova scuola di Marischio: idem come sopra; abbattimento e nuova costruzione della Giovanni Paolo II: ancora idem come sopra. L’Associazione ricorda che vengano considerati i collegamenti tra la Marco Polo e l’istituto Morea in maniera intelligente onde permettere alle famiglie e ai ragazzi in particolare, una soluzione utile al problema della distanza. Invitiamo la cittadinanza tutta a un incontro pubblico sul tema, da programmare per fine agosto, certi che il Sindaco e gli assessori tutti vorranno partecipare. Auguriamo, un felice periodo di ferie a tutti i genitori, insegnanti, ma specialmente ai nostri ragazzi che possano riprendere gli studi in un clima di serenità e sempre in strutture degne di un paese civile», si conclude la nota a firma dell’associazione La Scuola Siamo Noi.