Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano: l’Associazione commercianti del centro storico chiede collaborazione

L’uscente presidente, Antonella Bartolini ha rassegnato le dimissioni. Al suo posto eletto all’unanimità Roberto Burzella

Roberto Burzella
Roberto Burzella dell'associazione dei Commercianti del centro storico

FABRIANO – L’Associazione commercianti del centro storico-centro commerciale naturale di Fabriano ha un nuovo presidente. L’uscente, Antonella Bartolini ha rassegnato le dimissioni. Al suo posto eletto all’unanimità Roberto Burzella. «Cercheremo per quanto possibile di accrescere e valorizzare con spirito di cooperazione le relazioni iniziate nelle diverse sedi dalla presidente uscente, rappresentando i nostri bisogni, le nostre esigenze, come anche le eventuali collaborazioni su futuri programmi ed eventi nella nostra area commerciale», le sue parole.

I commercianti del centro storico vogliono giocare un ruolo importante e per questo richiedono una maggiore collaborazione con tutti gli altri soggetti che operano nel territorio. «Dobbiamo assolutamente partecipare alla riconversione del nostro territorio per questo è necessario che ci sia più partecipazione, più spirito di coesione, per valorizzare la nostra identità. È assolutamente necessario comprendere e accettare che per il bene comune i problemi e i progetti si devono affrontare e sostenere insieme. Per quanto mi riguarda mi impegnerò per rappresentarvi nessuno escluso, cercando di comprendere le vostre istanze ed esporle quando richiesto».

Quindi, un lavoro durante il suo mandato che si esplicherà dando considerazione a tutti, lavorando per la tutela dei diritti della categoria, «sensibilizzando l’Amministrazione al fine di evitare incomprensioni e frustrazioni, ma sempre con assoluta dignità e autorevolezza» e liberandosi «dall’individualismo patologico della nostra categoria». Per fare ciò «è necessario uno spirito di collaborazione scevro da invidie, contrasti di territorio e posizioni personalistiche, frutto di un desueto retaggio troppo dannoso per il commercio nella nostra area già vessata da anni da innumerevole negatività, senza tuttavia rinunciare alla nostra dignità e alle nostre idee. Anche perché siamo la più grande risorsa del territorio, la nostra provata resilienza ancora consente di mantenere tanti posti di lavoro».

Altra priorità, è rappresentata da una modifica dello Statuto interno all’Associazione, «per rafforzare la nostra identità e rendere più ampio ed efficace il raggio d’azione del nostro operare sul territorio sia con le istituzioni, sia con le diverse forze politiche». Una mano tesa che, però, dovrà passare dal vaglio dell’assemblea dei soci. «Nella primavera prossima si indiranno le elezioni per il rinnovo delle cariche. Mentre riguardo il sostegno economico alle possibili iniziative ove ci saranno, verrà stimato e richiesto successivamente all’approvazione a mezzo assemblea degli associati», conclude Burzella.